GoINPHARMA® incontra Dr. Fabrizio Chines, presidente e amministratore delegato di SIFI SpA

20 LUGLIO 2016 – 8:04

Oggi GoINPHARMA® incontra per la seconda volta Dr. Fabrizio Chines, presidente e amministratore delegato di SIFI SpA.

Fabrizio Chines, catanese di nascita, si è laureato in Economia all’Università Cattolica di Milano e ha iniziato la sua carriera professionale presso una Private Equity a Londra, come esperto di corporate finance nel settore delle start-up. Nel 2003 è entrato in SIFI, dove ha ricoperto posizioni di sempre maggior responsabilità da New Business Development manager fino a direttore di una Business Unit. Giá Presidente dal 2010, a luglio di quest’anno viene nominato anche Amministratore Delegato del gruppo SIFI, una realtà imprenditoriale italiana nata nel 1935 a Catania. Il gruppo è attestato in una posizione di primissimo piano nel mercato dell’oftalmologia ed impiega attualmente 350 dipendenti. SIFI è una delle poche realtà industriali che concentra nel territorio siciliano, in particolare a Catania, HQ, amministrazione, produzione ed R&D.

GoINPHARMA®: Dr. Chines, ci siamo incontrati oltre un anno fa a da allora vi sono state molte interessanti novità in SIFI. Vorrei iniziare con l’entrata di 21 Investimenti di Alessandro Benetton nell’azionariato del gruppo: cosa ha significato avere un fondo di investimento nel board di SIFI?

Dr. F. Chines: Il Gruppo SIFI, innanzitutto, ha avuto la fortuna di poter valutare diverse opzioni alternative e di poter scegliere la proposta del Fondo 21 Investimenti di Alessandro Benetton in quanto certamente la più valida in termini di prospettive future. La nostra scelta è scaturita fondamentalmente dalla condivisione di una strategia di tipo industriale e non semplicemente finanziaria. L’obiettivo dell’ingresso di 21 Investimenti nell’azionariato SIFI è, infatti, trasformare un’azienda italiana leader nel mercato oftalmico interno in un player internazionale e, nel nostro caso, principalmente europeo.

La nostra ricerca di un supporto finanziario è stata, dunque, finalizzata alla crescita all’estero e non alla semplice sopravvivenza.

GoINPHARMA®: Nell’ultimo periodo GoINPHARMA ha riportato il lancio di molti nuovi prodotti a conferma del felice momento del gruppo. Come sta andando l’introduzione nel mercato? Ha osservato un miglioramento del market share?

Dr. F. Chines: Dagli ultimi dati IMS riscontriamo la prosecuzione di un trend positivo: nell’ultimo periodo cresciamo più del mercato oftalmico retail. Conquistiamo, quindi, quote di mercato, anche grazie ad un complesso processo di riorganizzazione interna, pienamente operativo sul campo proprio nello scorso mese di maggio.

Per quanto riguarda l’ultimo prodotto lanciato nel mercato della DMLE, AVS Retina, al nono mese di lancio registriamo il superamento di alcuni diretti competitors.

Col recentissimo lancio della linea Klimì il Gruppo SIFI ha poi confermato e consolidato la sua presenza nel mercato dell’igiene oculare.

Un’altra fondamentale area di sviluppo è quella dei device, in particolare delle lenti intraoculari. La produzione è partita nel 2010 con tassi di crescita importanti, in particolare negli ultimi anni un +50% anno su anno. Attraverso distributori locali SIFI è entrata in vari mercati, tra cui quello francese e quello tedesco, ma si sta valutando anche in questo caso una presenza diretta in alcuni mercati europei data l’innovatività del portafoglio prodotti nell’area terapeutica di riferimento.

A questo proposito, particolare attenzione merita la IOL Premium Mini WELL, la prima e unica lente intraoculare ad estesa profondità di fuoco (EDOF), progettata e realizzata in Italia, che corregge la presbiopia attraverso la chirurgia refrattiva della cataratta.

Mini WELL ha recentemente vinto il Bronze “A’ Design” Award nella categoria “Strumenti scientifici, Medical Device e apparecchiature per la ricerca”, prestigiosa competizione internazionale del meglio del design in tutti i settori.

GoINPHARMA®: Molti gruppi si accingono a presentare i risultati finanziari relativi al secondo trimestre e in questo senso vorremmo chiederle come sono le performance del suo gruppo e come è stato 2015 dal punto di visto da fatturato e profittabilità?

Dr. F. Chines: Prima di tutto bisogna sottolineare che il Gruppo SIFI punta ad una crescita organica incentrata sulle nostre due linee di business, farmaceutica e chirurgica, in Italia e all’estero attraverso le nostre filiali in Messico e in Romania e gli accordi di distribuzione con partner qualificati. Nel 2015 il nostro export è cresciuto del 40% e il nostro obiettivo anche per il 2016 è di proseguire in questo trend molto positivo. A seguito di ingenti investimenti, SIFI Medtech, che gestisce la nostra linea chirurgica, costituisce oggi una reale opportunità di sviluppo nel futuro prossimo. Nel 2015 abbiamo già realizzato una crescita del 16% in questa linea di business, raddoppiando le nostre esportazioni, ma ci aspettiamo di realizzare risultati superiori quest’anno.

Nel 2015 abbiamo anche sottoscritto un accordo di licenza con Alimera Sciences per ILUVIEN, innovativo trattamento farmacologico per l’edema maculare diabetico. Abbiamo in corso presso AIFA una richiesta di autorizzazione ed inserimento del prodotto nel regime di rimborsabilità come farmaco ospedaliero in Italia. Se questa iniziativa sarà, come auspichiamo, coronata da successo, verrà reso disponibile ai pazienti un trattamento davvero innovativo e SIFI potrà entrare a pieno titolo nel mercato dei trattamenti intravitreali per le patologie della Retina, una tappa fondamentale nel posizionamento competitivo della nostra azienda in Italia.

Il nostro obiettivo a lungo termine è raggiungere una posizione di leadership nel mercato oftalmico europeo, entro il 2020.

GoINPHARMA®: Nella ricorrenza degli 80 anni di attività aziendale, SIFI ha organizzato il 15 luglio una giornata di lavori dedicata al New Pharma, ai bisogni emergenti e alle nuove tecnologie che stanno cambiando gli scenari industriali nei quali si muove e si sviluppa l’industria farmaceutica. Come si comporta SIFI nei confronti degli “unmet needs” e degli “health outcomes” argomenti affrontati durante la giornata di lavoro in SIFI?

Dr. F. Chines: Partiamo da un assunto importante: l’Oftalmologia è un mercato che storicamente è sempre stato caratterizzato da innovazioni incrementali piuttosto che da innovazioni “distruttive” o cambiamenti radicali. Nel corso dei suoi 80 anni d’attività SIFI ha sviluppato delle competenze fondamentali (core business) nell’area delle preparazioni oftalmiche, incentrando il suo modello di sviluppo sull’adozione di composti già presenti in altre aree terapeutiche e sul loro adattamento al settore oftalmico. Un esempio per tutti: noi siamo la sola azienda che offre la netilmicina come antibiotico-chiave con indicazioni oftalmiche. Proprio per questo, anche se lo sviluppo della netilmicina come principio attivo risale a parecchi anni orsono, il Gruppo SIFI detiene tuttora i brevetti sulle formulazioni più innovative, col connesso grado di esclusività sul mercato.

Il nostro prodotto “blockbuster”, il Netildex, associazione fissa di netilmicina e desametasone, ampiamente utilizzato nel post-operatorio della chirurgia della cataratta, è un esempio di successo di questa strategia di sviluppo.

Siamo certi che le innovazioni incrementali di questo tipo continueranno a svolgere un ruolo importante nel progresso del settore oftalmologico, e che l’esperienza e il know-how di SIFI ci consentiranno di continuare a contribuire allo sviluppo dell’intero settore.

Tornando al tema specifico dell’incontro del 15 luglio (Ndr: “New pharma: obiettivi & responsabilità”), New pharma oggi significa innanzitutto attenzione agli unmet need che influiscono sulla qualità di vita delle persone. Un esempio importante sono le malattie rare, che compromettono la qualità della vita di nicchie di pazienti, tali da non giustificare, in termini di ritorni economici, gli investimenti necessari allo sviluppo di un farmaco. In questo ambito SIFI è impegnata in prima linea, come partner di ODAK (Orphan Drug for Acanthamoeba Keratitis), il progetto di ricerca europeo per lo sviluppo di una formulazione stabile e sicura di PHMB per il trattamento farmacologico della Cheratite da Acanthamoeba, un’infezione corneale rara e debilitante, che se non adeguatamente trattata può portare al deterioramento della visione e, nei casi più gravi, alla cecità.

SIFI si é recentemente concentrata sugli “Health outcomes”, superando il concetto di “mera” vendita del prodotto, ma preoccupandosi dei risultati della terapia. In tale contesto si inserisce il nostro progetto Sound Meds™, risultato della ricerca volta all’applicazione delle nuove tecnologie digitali nel mondo dei prodotti farmaceutici. Il paziente scansionando il QR Code riportato sull’astuccio dei prodotti SIFI può ascoltare le informazioni contenute nel foglietto illustrativo in forma chiara e sonora sul proprio smartphone o tablet. Il servizio è di particolare utilità per anziani, ipovedenti e persone che hanno difficoltà visive dovute a patologie o interventi chirurgici.

L’obiettivo è migliorare la compliance del paziente alle terapie e, quindi, contribuire a ridurre l’incidenza di patologie ingravescenti e anche prevenire l’aggravarsi di preoccupanti fenomeni legati al cattivo uso dei farmaci, quali le antibiotico-resistenze.

Per ulterioriinformazioni:

c/o CITYnet – Roma

[email protected]

+39 3336999669

SIFI Group: Fondata nel 1935 in Sicilia da due farmacisti locali, SIFI nasce come impresa specializzata nella preparazione di prodotti oftalmici. Da allora, la ricerca, lo sviluppo, l’innovazione e la produzione non si sono mai fermate. Oggi SIFI si è evoluta nella forma di gruppo industriale di aziende, consolidando la leadership nazionale ed espandendosi nei mercati internazionali di tutto il mondo.

SIFI è l’unica azienda italiana del settore oftalmico che si caratterizza per il modello di business integrato, a ciclo completo, che comprende ricerca, sviluppo, produzione e commercializzazione di specialità farmaceutiche e dispositivi chirurgici e medici. L’innovazione d’avanguardia, il costante sviluppo, la particolare sensibilità nella comprensione delle esigenze dei pazienti e degli operatori sanitari, hanno consentito di dare forma ad una vasta gamma di prodotti per la cura degli occhi, sviluppati e commercializzati dalle principali sedi italiane ed estere del Gruppo.

Dal giugno 2015 SIFI è partecipata da 21 Investimenti, il privateequity fondato da Alessandro Benetton, con l’obiettivo di supportare la strategia di sviluppo internazionale del gruppo.