GSK: dettagli sulla riorganizzazione in U.S.

Secondo quanto riportato da Bloomberg, GlaxoSmithKline Plc taglierà 900 posti di lavoro in North Carolina come parte della strategia di riduzione dei costi di 1 miliardo di sterline ($1.57 miliardi). L’azienda ha comunicato l’intenzione di riorganizzare le operazioni commerciali e di ricerca negli Stati Uniti come parte di una ristrutturazione globale, che si è resa necessaria a causa del calo del fatturato. GSK impiega 99000 persone nel mondo, delle quali 17000 lavorano negli Stati Uniti, soprattutto in North Carolina e Philadelphia. Le vendite negli U.S. stanno rallentando per l’aumento della competizione per Advair, farmaco destinato al trattamento dell’asma, per il quale gli analisti si attendono un calo del 30% nel 2015. Il piano dei tagli prevede che, nel primo trimestre del 2015, verranno eliminate 350 posizioni, per lo più chimici, ingegneri, biologi, statistici e ricercatori nello sviluppo clinico, nel Research Triangle Park, North Carolina, alle quali si ne aggiungeranno 450 nel secondo trimestre ed altre 100 per la fine dell’anno. Secondo quanto scrive Bloomberg, Stephen Burr, uno dei senior vice presidente in GSK, ha dichiarato che il numero indicato è una sovrastima dei tagli poichè si provvederà ad una ricollocazione di alcune unità, al fine di consolidare le operazioni R&D in due centri, a Philadelphia e Stevenage (UK).
(Fonte Seeking Alpha)