GSK e Pfizer uniscono le forze e creano una JV dei prodotti OTC da quasi 10 miliardi di dollari

GlaxoSmithKline e Pfizer hanno informato oggi investitori ed analisti di aver creato una Joint Venture con le divisioni Consumer Health dei due gruppi. La nuova JV sará posseduta per il 68% da GSK e per il 32% da Pfizer e sarà la più grande azienda di OTC al mondo, con un potenziale di vendite di $9.8bn e un market share a livello globale del 7.3%, che la posizione davanti a Johnson & Johnson, Sanofi e Bayer che hanno tutte circa il 4% di market share. La creazione della JV porterà anche ad un taglio di costi stimato di GBP0.5bn e porterà anche ad una serie di cessioni che genereranno per GSK GBP1bn. Queste operazioni permetteranno alla nuova JV di raggiungere una profittabilitá del 25% circa.

Tra I marchi più importanti della nuova JV vi sono Sensodyne (GSK), Voltaren (GSK), Panadol (GSK, Advil (Pfizer), Centrum (Pfizer) e Caltrate (Pfizer). Il capo di GSK Emma Walmsley ha inoltre oggi informato gli investitori dell’intenzione di dividere il gruppo in due unità; una focalizzata nei prodotti da banco e uno in farmaci che prevedono la prescrizione medica e vaccini, entrambe le due nuove aziende verranno poi quotate nella borsa londinese.

Emma Walmsley ha assunto la posizione di CEO di GSK 18 mesi fa e da allora ha radicalmente cambiato la struttura dell’azienda. Tra le più importanti azioni della Walmsley vi è stata la riorganizzazione dell’R&D, l’acquisito della totalitá della JV Consumer Health da Novartis ($13bn) e la recente acquisizione della biotech Tesaro per $5.1bn (cash) che va a rafforzare la posizione di GSK nel settore oncologico. Il titolo GSK ha subito reagito positivamente alla notizia guadagnando il 7%.

(Fonte GSK)