Hemopurifier di Aethlon, risultati positivi in pazienti trattati con epatite C

Aethlon Medical, Inc. ha riportato oggi i risultati clinici finali, incluso il tasso di RVR (rapid virologic response) ed SVR (sustained virologic response) registrati in pazienti con infezione da virus dell'epatite C, trattati con peginterferone e ribavirina, ai quali è stato associato un trattamento con Hemopurifier. Lo studio clinico è stato condotto al Medanta Medicity Institute in India. L'azienda si accinge ora ad iniziare i trial negli Stati Uniti. Hemopurifier è il primo device della sua classe in grado di eseguire una "bio-filtrazione", consentendo l'eliminazione di virus e proteine immunosoppressive dal sistema circolatorio di persone che siano state infettate, con la potenzialità di azione contro un ampio spettro di patogeni non trattabili con terapia farmacologica o vaccini. Nell'infezione da HCV, il dispositivo può dare dei risultati nella resistenza ai farmaci antivirali. Oltre alla misura della RVR ed SVR, Aethlon ha reso noto di aver raggiunto altri obiettivi clinici nello studio. Il trattamento con Hemopurifier ha dimostrato di poter essere utilizzato in sicurezza in pazienti non dializzati infettati dal virus HCV, di poter essere associato con terapie concomitanti, portando, anche con una applicazione breve, ad un miglioramento del beneficio atteso di una terapia farmacologica. Inoltre, è stato possibile stabilire un protocollo di eluizione che consente ai ricercatori di quantificare il numero di virus trattenuti all'interno dell'Hemopurifier durante un singolo trattamento. Il device è attualmente disponibile negli Stati Uniti per trattare pazienti infettati dal virus Ebola, attraverso un protocollo particolare "di emergenza" concesso da FDA. (Fonte Aethlon Medical press release)