I benefici dell’aspirina assunta quotidianamente sulla prevenzione del cancro

Da lungo tempo è noto che l’aspirina ha degli effetti sulla prevenzione del cancro, ma non è stata mai utilizzata su ampie popolazioni a causa di preoccupazioni per i potenziali effetti dannosi. Ma per la prima volta, gli esperti hanno dichiarato che i benefici dell’assunzione sulla prevenzione di alcuni tipi di cancro superano i potenziali rischi. Queste le conclusioni, pubblicate in una review in Annals of Oncology. I principali effetti di prevenzione si registrano con l’assunzione quotidiana di aspirina quando si smette di fumare o si hanno perdite di peso in soggetti obesi, secondo quanto ha dichiarato in un comunicato stampa l’autore principale della review, Jack Cuzick, PhD, responsabile del Centre for Cancer Prevention al Queen Mary’s University of London, UK. Nel comunicato si afferma che se se tutti i soggetti di età compresa tra i 50 e i 65 anni iniziassero ad assumere aspirina quotidianamente per almeno 10 anni, ci sarebbe una riduzione del 9% nel numero di tumori, ictus e attacchi cardiaci negli uomini e circa il 7% nelle donne, con una riduzione delle morti per tutte le cause in un periodo di 20 anni. I benefici dell’aspirina sarebbero più visibili sulla riduzione delle morti dovute al cancro. Infatti, è stato riscontrato una riduzione del rischio di sviluppare il cancro colorettale compresa tra il 30 ed il 35%, con una riduzione del rischio di morte per questa patologia fino al 40%, percentuale che sale fino al 50% per il cancro all’esofago. Minori effetti sono stati registrati per il tumore alla mammella, alla prostata e polmonare
(Fonte Medscape)