I farmaci anticolinergici possono indurre demenza

Un gruppo di ricercatori inglesi ha pubblicato un interessante lavoro finanziato dalla Alzheimer Sociaty e che analizza gli effetti a lungo termine di alcuni importanti farmaci sui pazienti. In particolari sono stati valutati farmaci per il trattamento di importanti patologie come depressione, Parkinson e tumore alla prostata e si è osservato che questi possono indurre la demenza. Lo studio ha considerato un campione di 41000 pazienti di oltre 65 anni con demenza e confrontati con un altro campione di 284000 pazienti senza demenza. L’analisi mostra che i pazienti che assumono anticolinergici hanno il 30% più proabilità di sviluppare demenza nell’arco di 15 anni. I ricercato non sono stati in grado di chiarire attraverso quale meccanismo gli anticolinergici inducono demenza anche se sembra chiaro che vi sia un passaggio chiave che induce un processo infiammatorio.

(Fonte BMJ)