Identificata nei topi molecola in grado di inibire la degradazione dell’insulina

Sono stati pubblicati nella rivista Nature i risultati di uno studio condotto da alcuni ricercatori alla Stony Brook Medicine, i quali hanno scoperto una molecola in grado di bloccare una proteina coinvolta nello sviluppo del diabete. In particolare, questo composto funziona inibendo l'enzima che degrada l'insulina (insulin-degrading enzyme; IDE), una proteina che fa parte del processo che rimuove l'insulina dal sangue. In topi obesi, il trattamento con questa molecola ha aumentato i livelli di insulina negli animali. Secondo quanto dichiarato da Markus Seeliger, assistant professor alla Stony Brook University School of Medicine, proteggere la produzione residua di insulina prodotta dai pazienti diabetici rappresenta un'alternativa di trattamento allettante, soprattutto nelle prime fasi del diabete di tipo 2. (Fonte Nature/FierceBiotech Research)