Il gruppo chimico H&R influenzato negativamente dal crollo del prezzo del petrolio

Il gruppo chimico di Salzbergen (Germania) ha rilasciato un comunicato stampa nel quale informa la comunitá finanziaria che non riuscirà a raggiungere gli obiettivi fissati a marzo di quest’anno in relazione alla crescita dell’EBITDA del gruppo (€32.6m nel 2013). La mancata realizzazione degli obiettivi è imputabile al crollo del prezzo del petrolio che ha reso svantaggioso la lavorazione delle scorte di derivati del petrolio che H&R ha nelle scorte e che non possono essere vendute all’attuale prezzo di mercato, pena la perdita di profittabilitá. Infatti, i prodotti di H&R, soprattutto paraffine e lubrificanti, sono quasi tutti fortemente influenzati dal prezzo delle materie prime. Per effetto dell’annuncio, le azioni di H&R scambiate nella borsa di Francoforte sono passate da €8 per azione a €6.5 e sono attualmente stabilizzate sui €6.8.
(Fonte Börsen-Zeitung)