I 10 migliori tutori polso per il tunnel carpale

OffertaMeilleure vente No. 1
Tutore Polso Traspirante Destra Con 2 Piastre di...
268 Recensioni

La sindrome del tunnel carpale è una patologia che colpisce l’articolazione del polso ed interessa moltissime persone che svolgono i lavori più svariati. Principalmente riguarda chi svolge movimenti ripetitivi e a lungo stressanti per il polso, come l’uso prolungato del PC o il confezionamento alimentare.

La sindrome del tunnel carpale si cura generalmente con la chirurgia mini-invasiva, oppure utilizzando appositi tutori che tengono fermo il polso.

In questo articolo vedremo insieme qual è il miglior tutore polso tunnel carpale e dove comprarlo.

Ho bisogno di un tutore per la sindrome del tunnel carpale?

La sindrome del tunnel carpale si verifica quando un aumento di pressione colpisce il nervo mediano della mano, che passa attraverso uno stretto condotto che è appunto il tunnel carpale. Questa condizione si manifesta con dolore del polso, perdita di forza nella stretta delle mani e formicolio che di solito coinvolge tutte le dita, ad eccezione del mignolo (innervato dal nervo ulnare).

I casi più severi di sindrome del tunnel carpale richiedono la chirurgia. Si tratta di un intervento mini invasivo, ma che richiede tempo per la ripresa e una buona fisioterapia.

Se la tua condizione è invece più lieve ed iniziale, con dolore non eccessivo e ancora buona capacità di presa, un tutore per il polso potrebbero risolvere la problematica.

Quando bisognerebbe rivolgersi ad un medico?

Il tutore per il polso in molti casi può alleviare il dolore causato dalla sindrome del tunnel carpale, ma potrebbe non essere sufficiente. È importante un trattamento precoce, per cui bisogna rivolgersi al medico nei casi in cui si avvertono i seguenti sintomi:

  • Intorpidimento, formicolio o dolore alle dita (soprattutto al pollice) che aumentano subito dopo il risveglio
  • Debolezza delle mani
  • Tendenza a far cadere gli oggetti più spesso del solito

Le Migliori Tutore Polso Per Tunnel Carpale

Qual è il miglior tutore polso per tunnel carpale?

Il dolore al polso può avere diverse cause mediche, come una tendinite o un trauma, ma nella maggior parte dei casi questo è dovuto alla sindrome del tunnel carpale.

Il tutore polso può rivelarsi un validissimo alleato, ma in commercio ne esistono tantissime tipologie: da quelli reversibili a quelli specifici per la mano destra o sinistra, da quelli leggeri e flessibili a quelli più pesanti e rigidi per casi di dolore intenso e persistente.

Andiamo dunque a vedere quali sono i migliori tutori polso per il tunnel carpale, per poter dire addio al dolore al polso una volta per tutte.

Qui di seguito ti presentiamo le migliori tutore polso per tunnel carpale:

1. Il migliore complessivamente: tutore ortopedico polso Yosoo

Tutore Ortopedico Polso, Tutore Mano Tunnel...

VEDI PREZZO SU AMAZON

Buon rapporto qualità prezzo, comfort nell’utilizzo e capacità di sostegno, fanno del tutore Yosoo uno dei migliori tutori per polso disponibili sul mercato.

È studiato soprattutto per la tendinite del polso, permette di sostenere l’articolazione in modo del tutto efficace ed alleviare nello stesso tempo di dolori legati alla sindrome del tunnel carpale, tendinite, artrite, distorsioni e fratture.

Nella parte inferiore è realizzato con una stecca metallica rimovibile, che permette di potersi adattare alla mano. Questa è rivestita con materiale in pelle PU premium, che impedisce al tutore di graffiare la pelle, aumentando il comfort provato nell’utilizzo. Il tessuto a rete rende il supporto traspirante e capace di mantenere la zona asciutta e fresca.

È realizzato con due fori per il pollice, da poter adattare sia alla mano destra che alla sinistra, oltre a un cinturino al centro e altri due più stretti nella parte anteriore e posteriore del tutore per la regolazione più fine.


2. Il più economico: tutore polso leggero e regolabile Orthocare S.

OrthoCare S - polso leggera regolabile. Allevia...

VEDI PREZZO SU AMAZON

Il tutore da polso OrthoCare S, garantisce al paziente di alleviare i dolori al polso causati da sindrome di tunnel carpale, artrite, tendinite, distorsioni.

Si tratta della soluzione più economica attualmente disponibile, adatta ad articolazioni non particolarmente danneggiate, le quali richiedono un sostegno più solido e fermo. Questo tutore si dimostra invece perfetto per mantenere il polso a riposo nelle attività ripetitive come uso del mouse o per il lavoro che, alla lunga, possono stressare tendini e muscoli del polso.

Inoltre il suo design davvero comodo permette di rilassare i muscoli in modo corretto, mentre il tessuto traspirante in neoprene permette una perfetta areazione del polso ed evita, in tal modo, la creazione di umidità data dal sudore.

Il dispositivo è venduto in taglia unica. È importante fare attenzione durante l’acquisto di scegliere la mano giusta, in quanto non è adattabile ad entrambe le mani ma va selezionata la versione destra o sinistra.


3. La migliore polsiera: tutore polso per tunnel carpale SUPRBIRD

SUPRBIRD 2 Pezzi Polsiera Elastica Supporto per...

VEDI PREZZO SU AMAZON

Si tratta di un tutore polso diverso dagli altri, in quanto è più piccolo e limitato soltanto all’articolazione, rendendolo particolarmente adatto allo svolgimento di tutte le piccole attività quotidiane che il dolore ci impedisce di eseguire.

Questo modello di polsiera è realizzato con un design ergonomico per permettere di sostenere il polso in modo efficace e dare sollievo ai dolori legati alla sindrome del tunnel carpale, oltre ad eventuali artriti, tendiniti, tenosinoviti e lesioni del polso.

Il tutore per polso Suprbird presenta una doppia chiusura con velcro per un maggiore supporto, sia ai muscoli che all’articolazione. Questa marcata compressione permette di poter eseguire dei movimenti corretti del polso ed evitare in tal modo ulteriori dolori.

La chiusura in velcro permette di regolare facilmente la polsiera in larghezza e lunghezza. Acquistando il prodotto, si riceveranno due polsiere.


4. Il migliore sostegno per il pollice: tutore polso e pollice Bracoo

Bracoo TP30 Tutore per Pollice e Polso (pollici...

VEDI PREZZO SU AMAZON

Dedicato principalmente al sostegno del pollice, il tutore da polso Bracoo è realizzato con uno stabilizzatore a molla, che permette di allineare in modo corretto il pollice e limitarne i movimenti rispetto all’articolazione del polso.

Esso garantisce un perfetto sostegno dei muscoli e delle articolazioni indolenzite e infiammate, così da permettere loro di guarire rapidamente e senza grandi dolori.

Il materiale flessibile ed elastico dà la possibilità di poter muovere in modo normale il dito pollice. Questo permette al paziente di indossarlo senza rinunciare a scrivere, guidare e cucinare, rendendolo perfetto come supporto da utilizzare in maniera continuativa. Può essere usato sia per la mano destra che per la mano sinistra e offre una buona gamma di regolazioni in relazione alle dimensioni del polso, mediante la presenza di ben tre cinghie in hook.

È un tutore perfetto da utilizzare sia per la sindrome del tunnel carpale, sia per lesioni causate da stress ripetitivo, riabilitazione sportiva, post intervento chirurgico oppure dopo aver rimosso il gesso.


5. Il migliore per i mancini: tutore polso leggero Rolyan

Rolyan 92722202 a 20,3 cm Large per polso, per...

VEDI PREZZO SU AMAZON

Ovviamente non si tratta di un prodotto ad uso esclusivo dei mancini, ma abbiamo deciso di far notare questa caratteristica del tutore polso Rolyan che ci sembra davvero interessante. La parte dedicata alla mano si dimostra, infatti, totalmente libera e perfettamente adattabile anche alla mano sinistra, concedendo una libertà di movimento paragonabile alla mano senza tutore.

Questo innovativo tutore da polso è stato studiato per pazienti affetti da tendinite, sindrome del tunnel carpale, lesione dei tessuti molli, oltre a garantire il recupero e la guarigione da queste problematiche.

È realizzato con un tessuto ad alta resistenza, leggero in lycra-lined, per garantire al paziente la massima traspirabilità e comfort. E inoltre dotato di un palmare in alluminio rimovibile, per una perfetta vestibilità e sostegno in maniera corretta.

Il suo design è dotato di sistema D-ring con chiusure ad anello facili da utilizzare, per permettere di essere indossato e tolto in maniera comoda e semplice.


6. Il migliore per il PC: tutore polso Doact

DOACT Tutore Supporto Polso, Tunnel Carpale per...

VEDI PREZZO SU AMAZON

Per chi cerca un tutore per il polso da utilizzare durante la scrittura al computer o l’utilizzo del mouse – gesti che notoriamente possono scatenare fastidi al tunnel carpale – la fascia per il polso Doact rappresenta sicuramente il migliore per il PC. Ovviamente questo non è il suo uso esclusivo, ma va bene anche per le altre attività quotidiane.

Questo tutore da polso dotato di struttura con supporto in barra di alluminio, trasmette al polso un calore confortevole e rilassante. Durante l’uso al PC, impedisce all’articolazione di stressarsi troppo e di compiere movimenti che possano aggravare l’indolenzimento della zona.

Le misure sono universali, così da permettere ad ogni paziente di personalizzarlo a seconda delle dimensioni del proprio polso e alla necessità di compressione.Inoltre il materiale traspirante e resistente in neoprene e il tessuto in pelle PU, permettono la massima comodità sia di giorno che di notte.


7. Il migliore per il lavoro: tutore polso Actesso

Actesso Tutore Polso Avanzata - Polsiera per...

VEDI PREZZO SU AMAZON

Particolarmente adatto alla ripresa dell’attività lavorativa dopo un infortunio, un intervento chirurgico o una slogatura del polso, questo modello di tutore è in grado di garantire una riduzione immediata del dolore ed un rapido sollievo dai dolori causati da sindrome del tunnel carpale, tendinite, CTS, slogature e fratture.

Il design è caratterizzato da una benda per il polso, la quale presenta nella parte inferiore una stecca metallica per ridurre i dolori al polso, nonché il range di movimento dell’articolazione, sia durante la notte che di giorno.

Se la sindrome del tunnel carpale ci rende faticoso il lavoro, il tutore Actesso permette di attenuare tutti i suoi sintomi come intorpidimento e formicolii.

È realizzato in neoprene soffice, che dona un alto livello di traspirabilità per evitare le formazione di umidità sulla pelle. Ciò permette a questo avanzato tutore di poter essere utilizzato, a differenza di altri, per un tempo più lungo e garantire grande comodità per l’intera giornata.


8. Il migliore per la sindrome del tunnel carpale: tutore polso Soles

Soles Tutore Stecca Polso con Stabilizzatore...

VEDI PREZZO SU AMAZON

Questo innovativo tutore ortopedico è costruito con materiali di alta qualità. La presenza di neoprene – materiale con elevata qualità traspirante – garantisce la massima resistenza ma anche comfort e stabilità, soprattutto durante il periodo di recupero da infortuni o interventi chirurgici.

È dotato di una stecca in alluminio facilmente regolabile, per il posizionamento corretto di pollice e polso. Il dispositivo ha infatti un ampio grado di regolabilità e può essere usato da pazienti con polsi che misurano dai 12 ai 15 centimetri di circonferenza.

Il suo design ambidestro con mano aperta permette di poter essere utilizzato sia per i cicli di terapia, sia durante la fase di recupero.

L’innovativo e funzionale rinforzo per il polso è ideale da utilizzare per il trattamento della sindrome del tunnel carpale, oltre ad essere impiegato per il trattamento post-operatorio o nella fase di fisioterapia dopo la rimozione del gesso.


9. Il migliore tutore rigido: sostegno per il polso lungo Duoform+

Tutore Lungo polso-pollice DuoForm+ (Medium)

VEDI PREZZO SU AMAZON

Il tutore da polso duo-form è stata studiato per i trattamenti da post-trauma di polso e pollice, e le indicazioni mediche del prodotto lo consigliano anche nella ripresa dopo interventi e nell’iter di riabilitazione.

Il suo design permette di tenere la zona interessata totalmente immobilizzata, grazie alla tripla stecca (per pollice, stecca palmare e stecca dorsale) che assicurano una stabilità pressoché totale. La stecca dorsale è rimovibile.

È inoltre un tutore più lungo dei precedenti che abbiamo visto insieme, tanto che arriva circa a metà dell’avambraccio. Questa caratteristica non fa altro che aumentare il sostegno all’articolazione conferito dal tutore.

Il suo utilizzo è reso particolarmente semplice grazie al meccanismo regolabile di fissaggio, dotato di una cinghia nella parte del polso e di ben tre cinturini con bottone “Strap-Stop”, che assicura una tenuta perfetta, oltre ad una immobilizzazione ottimale delle parti interessate.


10. Il migliore per la notte: supporto per polso notturno Futuro

Futuro YP203000002 48462IE Supporto per Polso per...

VEDI PREZZO SU AMAZON

Il tutore per polso da notte Futuro è da indossare in ogni circostanza in cui si presentino patologie legate ad un uso eccessivo del polso, oltre a disturbi degenerativi in forma cronica e situazioni di distorsione o lesione del polso.

Questo supporto è stato progettato, inoltre, per permettere ai pazienti che presentano patologie ortopediche legate alla sindrome del tunnel carpale di poter assumere una posizione corretta della mano e del polso, soprattutto durante la notte.

L’imbottitura in microsfere assicura una piacevole sensazione di massaggio, mentre le chiusure a strappo garantiscono una perfetta aderenza a polsi di ogni dimensione.

Le indicazioni mediche di questo prodotto si limitano tuttavia al sostegno del polso durante il sonno a seguito di piccoli dolori, distorsioni e slogature, in assenza di danni di maggiore entità.


Tutore polso per tunnel carpale: come sapere quale scegliere?

Tutore-polso-per-tunnel-carpale

Come per tutte le fasce mediche e ortopediche, anche per i tutori polso per il tunnel carpale esistono tantissime varianti, ognuna adatta a particolari esigenze, come quelli per la ripresa post chirurgica o quelli terapeutici di sostegno dell’articolazione.

C’è da porre attenzione anche ai materiali con cui un tutore è realizzato, che siano resistenti e traspiranti, al tipo di sostegno e al meccanismo di chiusura.

Dato che, come avrai capito, ci sono tante caratteristiche di cui tenere conto, cerchiamo ora di elencare le principali differenze tra i tutori per il polso, così da aiutarti ad orientarti su quale scegliere.

Tipi di tutore per il polso

il-miglior-tutore-polso-per-tunnel-carpale

Esistono diverse tipologie di tutori per il tunnel carpale tra le quali scegliere. Qui di seguito, le principali caratteristiche in cui i tutori polso differiscono l’uno dall’altro.

Tutore flessibile

Questo tipo di tutore fornisce supporto a livello del polso e nella della parte bassa del palmo delle mani. Le dita sono libere di muoversi normalmente, eccezion fatta per il pollice che solitamente possiede anch’esso un sostegno.

Come dice il nome, il supporto è flessibile più che rigido, quindi conserva una buona libertà di movimento. Si tratta quindi della soluzione perfetta per chi ha bisogno di continuare a svolgere le normali attività manuale avvalendosi di un tutore molto leggero.

Tutore standard

Questo tipo di tutore ha un aspetto spesso e resistente, è fatto di materiali molto rigidi. Una serie di striscette di velcro provvedono alla chiusura e alla regolazione del livello di compressione.

Anche in questo tipo di supporto le dita e il pollice sono esposti, così da non perdere troppo la capacità di svolgere le normali attività.

Tutore polso per la notte

Il polso è un’articolazione molto mobile e questa caratteristica è solitamente positiva, perché ci permette di svolgere azioni manuali che tanti altri animali non sono in grado di fare.

Durante il sonno, però, il polso può assumere posizioni particolarmente stressanti per tendini e legamenti e potrebbe essere necessario immobilizzarlo. Il tutore da polso per la notte serve proprio a questo.

Esso provvede ad un livello di immobilizzazione maggiore rispetto agli altri tutori, così da mantenere il polso fermo nella posizione ottimale. Di solito si tratta di tutori imbottiti, così da poter essere più comodi e non dare sensazioni fastidiose durante il sonno. Sono disponibili modelli che lasciano la mano libera, così come altri che tendono a fermare anche le dita.

Caratteristiche principali

tutore-polso

Tra un tutore e l’altro non cambia soltanto la tipologia e, quindi, la funzione che il tutore andrà a svolgere primariamente. In commercio ci sono sostegni per il polso con o senza stecche, e queste possono essere realizzate in diversi materiali.

Allo stesso modo si differenziano per il grado di compressione e lo stile. Andiamo a guardare più nel dettaglio.

Tipo di stecche: plastica o metallo?

Le stecche rigide di sostegno al il tutore polso per la sindrome del tunnel carpale possono essere realizzate in plastica o in metallo. La differenza tra i due materiali è principalmente nel peso medio: i tutori con stecche metalliche sono infatti più ingombranti e pesanti rispetto a quelli con stecche in plastica, che oggi come oggi tendono ad essere più utilizzate.

Inoltre, le stecche in plastica risultano più sicure per la salute, perché riducono il rischio di ferite gravi a seguito ad incidenti o eventi traumatici.

Tipo di stecche: rimovibili o fisse?

Le stecche rimovibili risultano particolarmente adatte se vuoi variare il tipo di sostegno al polso durante la giornata. È possibile infatti rimuoverle, ad esempio, a lavoro per evitare un eccessivo ingombro e maggior flessibilità, per poi applicarle durante la notte per una migliore immobilizzazione del polso.

Le stecche fisse, al contrario, garantiscono un sostegno decisamente maggiore ma sono chiaramente più vincolanti, in quanto non potrai decidere il grado di rigidità che desideri. Uno dei vantaggi delle stecche rigide risiede nella minore usura del dispositivo che, non dovendo essere continuamente aperto e richiuso, non rischia di rompersi a livello della tasca per le stecche.

In definitiva: le stecche rigide sono più utili per chi usa il tutore al fine di immobilizzare al meglio il polso, per dolori severi o nella fase di riabilitazione post-intervento, mentre le rimovibili sono più adatte per chi vuole mantenere il polso in posizione corretta ma senza immobilizzarlo del tutto.

Tipo di compressione

Per la chiusura e la compressione, negli ultimi anni viene utilizzato quasi esclusivamente il velcro. La scelta di questo materiale non è soltanto per comodità ma anche perché svolge un’azione ottimale nella compressione del polso.

Esso infatti, quando posto all’estremità di strisce elastiche, risulta facilmente regolabile in modo da poter applicare una compressione mai eccessiva e che si adatta in maniera perfetta all’anatomia dell’articolazione del polso. In questo modo si riesce a combattere l’infiammazione e, allo stesso tempo, conferire un certo grado di immobilizzazione alla giuntura.

Tutore reversibile o mano-specifico

Come avrai potuto notare dalla nostra lista, in commercio si trovano sia tutori polso reversibili – che possono essere indossati su entrambe le mani – sia dei tutori che risultano specifici per la mano destra o sinistra.

La differenza è nell’efficacia: come per qualsiasi cosa, l’adattabilità di un oggetto è una qualità che conferisce praticità, ma allo stesso tempo è chiaro che un prodotto “su misura” sia più calzante e più adatto allo scopo.

Nel loro design, i tutori mano-specifici tengono conto di tutti gli aspetti anatomici dell’articolazione del polso per assicurare una migliore vestibilità. È chiaro quindi che, per problematiche più gravi, sia meglio fare affidamento su un tutore specifico per il lato da trattare.

Materiali

I tutori polso per la sindrome del tunnel carpale sono fatti con materiali flessibili come lycra, spandex o poliestere, i quali offrono comfort, libertà di movimento e anche resistenza e durevolezza del prodotto.

Quasi tutti, inoltre, possiedono una trama a rete che permette alla pelle sotto il tutore di respirare al meglio, così da evitare sudorazioni eccessive e conseguenti eritemi ed eruzioni cutanee.

Altri tutori sono realizzati in nylon, un materiale decisamente meno flessibile e dedicato alle situazioni che richiedono ferma immobilizzazione dell’arto e una solida protezione da urti e compressioni.

Misure

Quando si compra un tutore per il polso bisogna sempre ricordare di porre attenzione alla taglia.

È vero, la maggior parte dei modelli si adatta a polsi di quasi tutte le dimensioni, ma non dimentichiamo che il tutore deve adeguarsi perfettamente alla nostra anatomia, senza essere troppo stretto o troppo largo.

Un supporto delle dimensioni sbagliate potrebbe infatti non solo risultare inutile, ma anche dannoso in alcuni casi, poiché potrebbe forzare l’articolazione in posizioni sbagliate e innaturali.

Dare sempre un’occhiata anche ad elastici o meccanismi extra di chiusura, molto importanti per un ulteriore grado di regolabilità del dispositivo.

Prezzo

I tutori polso per la sindrome del tunnel carpale e tendiniti costano di solito tra i 10€ e i 35€.

Le tipologie dotate di particolari supporti e specifiche caratteristiche, come ad esempio quelli dedicati alla mano destra o sinistra, o a struttura rigida, possono arrivare a 40€.

Se ciò che serve è un supporto moderato per alleviare dolore e fastidio, si può optare per un tutore leggero, comodo e flessibile, ad un prezzo medio anche inferiore ai 20€.


Domande frequenti

✍️ Che cos’è la sindrome del tunnel carpale?

La sindrome del tunnel carpale (CTS) è una condizione medica causata dalla compressione del nervo mediano, che viaggia in un condotto nel polso che si chiama, appunto, tunnel carpale. I sintomi principali sono dolore, debolezza e formicolio alle dita pollice, indice, medio e il lato laterale dell’anulare.

✍️ Non mi è stata diagnosticata la sindrome del tunnel carpale, ma il tutore per il polso mi aiuta. Va bene indossarlo lo stesso?

Certamente. Un tutore o una fascia elastica per il polso danno sollievo e supporto in attività ripetitive della mano, come per chi lavora molto al computer. In ogni caso, se si hanno sintomi o dolori al polso è importante parlarne con un medico specialista.

✍️ Posso indossare il tutore per il tunnel carpale sopra una maglia a maniche lunghe?

È possibile indossare il tutore polso solo sopra tessuti ultra leggeri, ma è meglio porlo direttamente sulla pelle. Questo perché il tessuto potrebbe fare pieghe che compromettono la corretta adesione del supporto e, di conseguenza, la buona stabilizzazione dell’articolazione.

✍️ Il tutore per il polso può aiutare nella sindrome del tunnel carpale?

Sì, può aiutare perché tiene il polso in posizione dritta e neutrale, impedendo movimenti stressanti e dannosi. Uno studio del 2012 evidenzia che usando un tutore di notte si possono alleviare quasi tutti i sintomi della CTS. Anche l’uso giornaliero può evitare i movimenti più problematici.

✍️ Come faccio ad alleviare il dolore al polso?

Per alleviare i sintomi della sindrome del tunnel carpale, si può mettere del ghiaccio sul polso per 10/15 minuti, una volta all’ora. Per il dolore notturno che sveglia durante la notte, si può provare sollievo facendo pendere la mano dal lato del letto.

✍️ Indossare un tutore per il polso può causare danni?

No, ma per alcune persone il tutore può risultare scomodo da indossare, specialmente se si tratta di dispositivi rigidi dotati di stecche che possono ostacolare lo svolgimento di alcune attività. Per questo è importante scegliere un tutore comodo e che lasci libertà di movimento di mani e dita.

✍️ Quanto deve essere stretto il tutore?

La regola è semplice: il tutore non deve stringere, ma deve adattarsi in maniera confortevole all’anatomia del tuo polso. Il medico o il fisioterapista ti indicheranno come e quando indossarlo, di solito durante delle specifiche attività che coinvolgono l’articolazione.

✍️ Si può curare la sindrome del tunnel carpale senza chirurgia?

Nei casi in cui i tunnel carpale viene diagnosticato precocemente, esso può essere trattato tramite l’uso del tutore per il polso che stabilizza l’articolazione e spegne l’infiammazione, senza dover ricorrere alla chirurgia. Altri trattamenti sintomatici possono essere l’agopuntura e la terapia con farmaci antinfiammatori.