Il settore terapeutico diabete sempre più in difficoltà

Il settore terapeutico diabete è stato nel passato fonte di eccelenti margini e considerevoli tassi di crescita e questo ha spinto molte aziende ad entrare nel mercato del diabete e proporre nuovi prodotti. L’aumentata concorrenza e la pressione sui prezzi esercitata dalle autorità hanno determinato il crollo dei prezzi che si osserva oggi a livello globale. Tutte le grandi del diabete stanno infatti registrando un crollo dei profitti per le loro insuline. La scorsa settimana Eli Lilly ha annunciato che l’intero prodotto portfolio diabete sta registrando un indebolimento delle performance, e il blockbuster Humalog ha avuto un crollo del 12% del fatturato vs FY 2016. La danese Novo Nordisk prevede che l’intero comparto rimarrà debole per il prossimo futuro. L’altro importante player Merck & Co. ha riportato un calo del 3% dell’intera divisione diabete mentre le altre divisioni hanno avuto un aumento del fatturato nel 2017. La francese Sanofi sembra non aver ancora trovato una nuova insulina che vada a sostituire il blockbuster da $5bn Lantus, il quale continua a perdere quote di mercato anche per la perdita di protezione brevettuale. Secondo molti analisti il settore continuarà a soffrire e non ci sono al momento motivi per sperare in un recupero del settore.
(Fonte WSJ)