Immuno-oncologia e “precision medicine”

Il nuovo approccio delle aziende attive nel settore oncologico, nato anche dall'impulso delle grandi compagnie di assicurazione americane in ambito sanitario per ottenere costi sostenibili e terapie più efficaci, prevede l'utilizzo di alcune terapie immuno-oncologiche dopo aver effettuato test diagnostici precisi. Un esempio di questa tendenza è Keytruda, di MSD, approvato da FDA con un test diagnostico che identifica l'espressione di PD-L1 in una tipologia di carcinoma polmonare (NSCLC). Il test richiede dai 3 ai 5 giorni per fornire un risultato e le compagnie di assicurazione sostengono un costo pari a $89. In controtendenza con la "medicina di precisione", ha ricevuto l'approvazione Opdivo, di BMS. Anche Bristol ha iniziato lo sviluppo del farmaco con un test diagnostico, ma dai dati preliminari degli studi clinici è emerso che pazienti affetti da carcinoma polmonare, che non avevano una elevata espressione di PD-L1, dimostravano comunque risultati soddisfacenti con il trattamento. Questo dà conto del fatto che attualmente Opdivo è utilizzato nel 60% dei pazienti affetti dalla patologia, a scapito anche di Keytruda, proprio perché i medici non hanno la necessità di effettuare il test diagnostico correlato prima di trattare il paziente. In realtà, non esistono evidenze circa una superiorità di efficacia di uno dei due farmaci, ed entrambi sono indicati come seconda scelta in questa patologia, da utilizzare se un precedente trattamento ha fallito. Anche AstraZeneca, Pfizer e Roche sono impegnati in questo settore e altri farmaci sono sviluppati con un test diagnostico che consenta di caratterizzare e identificare i pazienti per un trattamento più efficace. Sia MSD che BMS potrebbero beneficiare di un ampliamento delle indicazioni come terapie di prima scelta. Keytruda, in particolare, necessitando di un preventivo screening del paziente, potrebbe vedere facilitato il suo utilizzo poichè il test potrebbe venire aggiunto al normale percorso diagnostico al quale i pazienti di nuova diagnosi sono sottoposti. (Fonte WSJ)