Incyte perde 6 miliardi di capitalizzazione dopo i deludenti risultati di Phase-III con epacadostat

Il titolo Incyte (Nasdaq) ha perso oltre il 21% del suo valore in apertura dei mercati bruciando così oltre 6 miliardi di capitalizzazione. Il motivo del crollo delle azioni Incyte è dovuto ai negativi risultati presentati prima dell’apertura di Wall Street dal management del gruppo e relativi al trial clinico di Phase-III ECHO-301/KEYNOTE-252 condotto su pazienti con melanoma metastatico e trattati con la terapia sperimentale epacadostat (un inibitore IDO) in combinazione con Keytruda (PD1-antagonista) di Merck & Co.

I risultati mostrano che la combinazione dei due farmaci non è migliore della sola Keytruda in termini di aspettativa di vita dei pazienti. Questo risultato è di fatto anche una sconfitta per i ricercatori che sostenevano la teoria che combinare più terapie migliora le possibilitá di guarigione. Importante ricordare che i farmaci immunoterapici PD1-antagonisti come Keytruda e Opdivo di BMS sono efficaci solo nel 20-30% dei casi mentre il resto dei pazienti non sembra reagire a questo tipo di farmaci e i ricercatori delle due aziende speravano proprio di aumentare questo valore combinando le due terapie.

(Fonte Incyte)