India, parchi industriali per la produzione di dispositivi medici “made in India”

L'India starebbe pianificando di aprire il suo primo parco industriale dedicato ai device medici, che potrebbe dare impulso alla campagna del "made in India" in questo ambito promossa dal governo. La nazione importa infatti il 75% dei dispositivi medici utilizzati. Questa iniziativa, e l'eventuale apertura di un secondo polo industriale per il settore, potrebbe consentire di replicare i risultati riportati in campo farmaceutico. Tra le altre misure che verranno prese, ci sono il divieto di importare strumentazione di seconda mano per la diagnostica, la minimizzazione dei dazi imposti sull'importazione delle materie prime necessarie per la produzione dei device e una normativa per la regolamentazione dei dispositivi separata da quella dedicata ai prodotti farmaceutici. La Confederation of Indian Industries (CII), pur approvando le iniziative, ha espresso qualche perplessità circa i prezzi dei dispositivi, che potrebbero rendere questi prodotti troppo costosi per la maggior parte della popolazione. (Fonte FierceMedical Devices)