Iniziano a circolare voci circa un radicale rimpasto dei vertici di AstraZeneca

Il Sunday Times ha pubblicato ieri che AstraZeneca avrebbe iniziato a lavorare ad un piano di successione all’attuale CEO Pascal Soriot e al suo CFO Marc Dunoyerl. e questo su pressione di alcuni importanti azionisti non soddisfatti dell’operato del manager francese.

Il settimanale britannico cita Mene Pangalos -capo di iMED- e Ruud Dobber -responsabile commerciale in USA- come i due più probabili candidati a succedere a Soriot. Soriot è alla guida di AstraZeneca dal 2012 e da allora la capitalizzazione del gruppo è quasi triplicata. Probabilmente la decisione più difficile presa dal manager francese da quando è CEO è stata quella di convincere gli azionisti a rifiutare l’offerta di acquisizione da parte di Pfizer, la quale era arrivata ad offrire quasi $120bn.

Recentemente Soriot ha guadagnato spesso i titoli della stampa; ad esempio la scorsa estate era stato indicato come prossimo CEO dell’israeliana Teva e la settimana scorsa ha dovuto difendere il gruppo dopo la pubblicazione di deludenti risultati di un trial clinico Mystic condotto su pazienti malati di tumore al polmone e trattati con il potenziale blockbuster Imfinzi. Il titolo AstraZeneca non ha subito particolari variazioni dopo la pubblicazione della notizia.

(Fonte The Sunday Times)