Insulinosensibilizzanti orali e riduzione del rischio di cancro

Sono stati pubblicati online in Diabetes, Obesity and Metabolism i risultati di un'analisi retrospettiva di due database, risultati che associano l'utilizzo di insulinosensibilizzanti orali, soprattutto di glitazoni o tiazolidinedioni, con una riduzione significativa del rischio di cancro nelle donne con diabete di tipo 2. I dati suggeriscono che questo tipo di farmaci dovrebbero essere studiati ulteriormente per la loro potenziale attività sui tumori. Il meccanismo non è ancora completamente chiaro, ma pare possa essere legato all'effetto proliferativo dell'insulina. Precedenti studi avevano già evidenziato l'effetto protettivo della metformina, me ntre gli effetti dei glitazoni erano stati poco evidenziati. In ogni caso, questo è il primo studio che consente anche una differenza dell'effetto di questi trattamenti sugli uomini e sulle donne. (Fonte Medscape)