Jinarc di Otsuka, raccomandazione positiva in Europa per il trattamento di una malattia renale rara

Il CHMP di EMA ha raccomandato l’approvazione di Jinarc (tolvaptan), di Otsuka Pharmaceutical Europe Ltd., per il rallentamento della progressione dello sviluppo di cisti e del declino della finzione renale in pazienti adulti affetti da ADPKD (autosomal dominant polycystic kidney disease). Il prodotto è destinato a pazienti con una funzione renale normale o lievemente ridotta e con ADPKD. Questa patologia interessa circa 4 soggetti su 10000 nell’Unione Europea. Si tratta di una condizione ereditaria caratterizzata dalla crescita di numerose cisti liquide sia a livello renale che in altri organi. La crescita delle cisti può influenzare la funzione renale e ne può determinare il declino. I sintomi possono includere dolore addominale, problemi nella minzione, ipertensione e infezioni. Non esistono farmaci autorizzati specifici per il trattamento di questa problematica e attualmente vengono utilizzati prodotti in grado di intervenire solo sui sintomi e sulle complicanze. Tolvaptan (Samsca), antagonista del recettore della vasopressina 2, ha già ricevuto l’approvazione in Europa nel trattamento della iponatriemia, sebbene i dosaggi utilizzati per la terapia dell’ADPKD siano differenti. Si ritiene che bloccare i recettori della vasopressina possa inibire la formazione delle cisti a livello renale. Il parere positivo del Comitato è basato su uno studio clinico che ha arruolato 1445 pazienti adulti affetti da ADPKD, trattati con Jinarc confrontato con placebo e seguiti per tre anni, nel quale è stato registrato un rallentamento della progressione della patologia attraverso l’utilizzo del prodotto.
(Fonte EMA)