Johnson and Johnson sconta gli effetti del rafforzamento del dollaro (Q4 2016)

Il più grande gruppo farmaceutico al mondo, la statunitense Johnson & Johnson, ha presentato ieri i risultati relativi al Q42016 e con essi anche le previsioni per l'anno in corso. Come già fatto dalla diretta concorrente Pfizer, anche JnJ ha avvertito gli investitori che il forte dollaro ha avuto un effetto negativo sui risultati del 2016 e avrà un impatto altrettato negativo sul 2017. I risultati del Q42016 si sono rivelati in linea con le aspettative degli analisti infatti l'EPS è stato di $1.58 con un volume di vendite di $18.1bn, mentre le previsioni erano di $1.56 e $18.3bn. Il forecast per l'anno in corso é stato corretto con un EPS tra $6.93 e $7.08 e un fatturato sarà tra $74.1bn e $74.8bn; mentre gli analisti avevano previsto $7.12 e $75bn. Il titolo ha chiuso la giornata (Wall Street) a -1.83% mentre il comparto Healthcare ha perso solo lo 0.45%. (Fonte JnJ)