Johnson & Johnson presenta i risultati per il 2014 e rivede al ribasso le aspettative per il 2015

Il più grande gruppo farmaceutico mondiale, per capitalizzazione, Johnson & Johnson, ha presentato ieri i risultati relativi alla quarta trimestrale e all’intero 2014. I risultati sono al di sotto delle aspettative per quel che riguarda il Q4 2014, ma positivi per l’intero anno. Il gruppo farmaceutico americano ha generato nel 2014 un fatturato di $74.3bn che rappresenta un milgioramento del 4.2% in confronto con il 2013. Il guadagno netto è migliorato significativamente da $13.8bn (2013) a $16.3bn (2014) e la capitalizzazione di mercato è ora al livello di $281.3bn. I risultati sono comunque negativamente influenzati dal dollaro forte, soprattutto verso l’euro e questo effetto negativo, registrato soprattutto nel Q4 si esarceberá nel 2015 ed è per questo motivo che Johnson & Johnson ha rivisto al ribasso le aspettative per il 2015. L’azienda genera più della metà del suo fatturato al di fuori degli USA e una gran parte di questo in EU. Le azioni del gruppo hanno perso il 3.2% all’annuncio dei risultati finanziari, ma questo è anche dovuto al fatto che gli investitori non sono convinti della bontà della pipeline, in particolare non si vedono farmaci che possano compensare la perdita di competitivitá dei due blockbusters Olysio (Epatite C) e Xarelto (anticoagulante).
(Fonte Johnson & Johnson)