La difesa di Brandicourt, CEO di Sanofi

In un'intervista rilasciata durante il World Economic Forum di Davos, il CEO di Sanofi Olivier Brandicourt ha difeso la strategia perseguita dal gruppo dalla data del suo insediamento, avvenuto nell'aprile del 2015. La difesa è arriva in consequenza alla crescente impazienza degli investitori, che pretendo un'acquisizione importante che possa garantire la crescita futura del gruppo francese. Sanofi ha nel 2016 fallito l'acquisizione di Medivation, che é stata invece acquisita dalla concorrente Pfizer per $14bn, e sembra essere ora in ritardo nell'acquisire la biotech svizzera Actelion, che secondo voci di mercato sta per essere acquisita da Johnson & Johnson per $28bn. Brandicourt ha dichiarato durante l'intervista che il suo gruppo non intende acquisire aziende sopravalutate e che nonostante M&A è una parte importante della strategia di crescita di Sanofi, il gruppo può crescere anche attraverso una crescita organica interna. Il titolo Sanofi è tra quelli che ha guadagnato meno nel panorama healthcare. Infatti negli ultimi 5 anni il titolo (NYSE e Parigi) ha guadagnato circa il 37% mentre la media del comparto healthcare (Stoxx 600 healthcare index) è stata 61%. Importante ricordare che Sanofi ha in corso un importante programma di taglio di costi da 1.63bn, che prevede tra l'altro un taglio di almeno 600 posizioni in Francia. (Fonte Yahoo Finance)