La soluzione non farmacologica per l’emicrania di Neurolief riduce il dolore dell’80%

La start-up israeliana Neurolief ha sviluppato una soluzione non farmacologica e non invasiva per il trattamento dell’emicrania. Neurolief è stata fondata da Shmuel Shany e Amit Dar che avevano nel passato sviluppato sistemi che producono una moderata stimolazione elettrica a livello neuromuscolare per i pazienti colpiti da ictus che hanno perso la mobilitá degli arti. Successivamente i due hanno lasciato l’azienda per cui lavoravano e fondato Neurolief per la quale hanno sviluppato un nuovo sistema che si pone come alternativa ai sistemi neuromodulanti che sono impiantati a livello intracranico attraverso una delicata operazione. Il sistema proposto da Neurolief è un device che deve essere semplicemente indossato, quindi non invasivo, durante gli episodi di emicrania e che non richiede particolari pretrattamenti. I primi dati clinici mostrano che il device proposto è in grado di ridurre il dolore dell’80%. Attualmente è in corso un nuovo trial clinico con 56 pazienti i cui dati saranno disponibili entro la fine dell’anno. Se anche questi risultati sono positivi l’azienda farà richiesta di approvazione in Europa e inizierà un trial clinico in US e Israele con 140 pazienti.

(Fonte Neurolief)