Le cinque cause della deludente quarta trimestrale di Bayer

Il quotidiano economico-finanziario Handelsblatt ha pubblicato un lungo articolo nel quale viene analizzata la quarta trimestrale presentata nei giorni scorsi dal gruppo Bayer e vengono individuate 5 cause dietro alle deludenti performance del gruppo di Leverkusen.

  1. Un processo di approvazione dell’acquisizione di Monsanto più lento del previsto. Le autorità antitrust sono state particolarmente lente e meticolose nonostante Bayer abbia ceduto assets per €5.9bn a BASF per accelerare il processo.
  2. Bayer ha speso nel Q4 2017 €135m in processi avviati per 22000 reclami per alcuni suoi farmaci. Inoltre Bayer ha interrotto la produzione di Adalat (ipertensione) per problemi di qualità.
  3. La divisione Consumer Health ha perso l1.7% del fatturato nel 2017 (€5.9bn) vs 2016 e questo soprattutto per l’indebolimento del mercato statunitense che ha determinato le povere performance del blockbuster Coppertone (crema solare) e dei prodotti del marchio Dr. Scholl, acquisiti nel 2014 da Merck.
  4. La rallentata fusione con Monsanto e la difficile situazione economica in Sudamerica hanno avuto un effetto negativo sulla divisione Crop Science che ha perso il 2.2% in fatturato vs 2016
  5. L’acquisizione da €51bn di Monsanto ha forzato il management di Bayer a delle misure straordinarie volte a coprire l’indebitamento del gruppo e mantenere il rating dei bonds. Gli equilibrismi di ingegneria finanziari a cui dovranno sottoporsi i manager del gruppo nel prossimo futuro non faciliteranno la strategia di crescita di Bayer.

(Fonte Handelsblatt)