Le frontiere delle spettroscopie ultraveloci

La prestigiosa rivista Accounts of Chemical Research ha pubblicato un numero monografico degli studi in corso nel settore dei composti inorganici attraverso spettroscopie ultraveloci, vale a dire con risoluzioni nell’ambito che va dai pico ai femtosecondi. Questo tipo di spettroscopia molto completa ha ricevuto un forte impulso grazie ai grandi sviluppi tecnologici nel campo della strumentazione a laser pulsato e alle tecniche di interpretazione computazionale. Alcuni studi di frontiera di questi ultimi anni hanno mostrato in maniera molto elegante e precisa la formazione di legami chimici e il decorso di reazioni chimiche con precisione e accuratezza irraggiungibili da altre tecniche a disposizione dei chimici e fisici. Il volume dell’ACS copre settori come quello della conversione dell’energia solare a fenomeni biofisici o di pura meccanica quantistica.
(Fonte ACS)