Linee guida per l’utilizzo della cannabis nel dolore

L’American Pain Society ha pubblicato nella rivista The Journal of Pain le linee guida per l’utilizzo della cannabis nella gestione del dolore, identificando anche possibili nuovi filoni di ricerca per comprendere al meglio gli effetti benefici dei cannabinoidi. Per la stesura del paper sono state vagliate le evidenze disponibili e sono state prese in considerazione sia opinioni favorevoli che contrarie. Ciò che gli autori sottolineano è che molti clinici sono concordi nel ritenere i cannabinoidi promettenti dal punto di vista clinico, alla condizione però che vengano identificati i target per lo sviluppo. Nelle linee guida viene inoltre specificata l’importanza di tener conto della normativa che regola l’utilizzo della cannabis a scopi terapeutici e di definire con il paziente specifici target della terapia. E’ necessario che il soggetto trattato venga monitorato con la stessa modalità utilizzata per coloro che utilizzano gli oppioidi. Per quanto riguarda la ricerca che deve essere condotta per meglio utilizzare queste sostanze, gli autori raccomandano che debba essere estesa anche al dolore non neuropatico, sottolineando l’importanza della qualità della sostanza utilizzata a questo fine e dell’accesso ai dati relativi alle popolazioni di pazienti che sono in terapia con questi prodotti.
(Fonte ScienceDaily)