Livelli di vitamina D e metabolismo del glucosio

Secondo uno studio osservazionale pubblicato nel numero di maggio di Journal of Nutrition, un livello di vitamina D pari a circa 26 ng/mL sembra necessario per il normale metabolismo del glucosio in persone obese e donne in postmenopausa. Soggetti di sesso femminile con questo livello di vitamina D nel sangue o superiore avevano meno grasso corporeo, con un'influenza sulla glicemia, sull'insulinemia e sui livelli di trigliceridi nel sangue. Il cutoff è al di sotto di quanto raccomandato dall'Endocrine Society (30 ng/mL), ma al disopra della soglia consigliata dall'Institute of Medicine (20 ng/mL). Entrambi i valori sono basati su studi che miravano alla salute dell'apparato scheletrico. In questo studio, invece, l'attenzione è stata ampliata anche ad altri parametri. Trattandosi di un trial osservazionale e retrospettivo, non è scevro da possibili limitazioni; per questo motivo, gli autori sottolineano la necessità disporre di dati provenienti da uno studio ampio, prospettico e di intervento, per poter confermare che livelli di vitamina D vicini alla soglia individuata di 26 ng/mL migliorano l'omeostasi del glucosio e la sensibilità all'insulina. (Fonte Medscape)