L’utilizzo di multivitaminici non porta beneficio alla funzione cognitiva

E' stato pubblicato online ieri in Annals of Internal Medicine uno studio che non supporterebbe l'utilizzo di integratori multivitaminici per prevenzione del declino cognitivo. I soggetti presi in esame sono medici maschi di 65 anni e oltre, nel Phisicians' Health Study II (PHS II), per u periodo di trattamento di oltre 12 anni. Un'analisi separata ugualmente pubblicata online non mostra benefici derivanti da regimi di assunzione di alte dosi di 28 differenti vitamine e minerali, somministrati a pazienti stabili con storia di infarto miocardico, sul loro futuro rischio cardiovascolare. nell'editoriale che accompagna gli articoli, un gruppo internazionale di esperti, guidati da Dr Eliseo Guallar, della Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health, affermano che il caso dei multivitaminici è chiuso. (Fonte Medscape)