Mancata crescita per BASF nel 2014

Il gigante chimico tedesco BASF ha presentato oggi alla comunità finanziaria i risultati relativi al 2014. I risultati mettono in luce un andamento piatto delle vendite che hanno raggiunto la soglia dei €74.3bn, che rappresenta un incremento dello 0.5% rispetto al 2013. A rallentare il gruppo sono state le performance del Q4 per il quale BASF riporta un calo del fatturato dello 0.6%. L’EBIT del gruppo è salito di un significativo 4% (€7.4bn). Nel commentare i risultati il CEO di BASF, Dr. Kurt Bock, si è mostrato soddisfatto delle performance del gruppo di Ludwigshafen soprattutto tenuto conto della congiuntura economica in Europa. Significativo il fatto che il volume di prodotti venduto (tonnellate) è cresciuto del 4% in tutti i segmenti, ma il prezzo medio di vendita è calato del 3% e questo è stato attribuito al crollo del prezzo del petrolio. Con lìoccasione BASF ha anche fornito le previsioni per il prossimo anno. BASF si aspetta una crescita dell’economia globale del 2.8%, una crescita a livello globale del comparto chimico del 4.2%, inoltre prevede che il petrolio rimarrà tra i 60 e i 70 dollari a barile. Gli investimenti di BASF nel 2015 saranno dell’ordine di €4bn, rispetto ai €5bn investiti nel 2014. La comunità finanziarià non ha accolto positivamente i risultati di BASF e infatti le azioni del gruppo hanno perso nella borsa di Francoforte quasi il 2.5%.
(Fonte BASF)