Massaggiatore cervicale: controindicazioni

Diciamocelo: i dolori da cervicale e in generale quelli che riguardano schiena e collo sono davvero insopportabili.

Sapere di poterli alleviare grazie ad un massaggio ci fa già sentire meglio.

Quello che però molti non sanno è che, che sia effettuato da un professionista o da uno strumento apposito, ci sono delle controindicazioni.

A volte si potrebbero fare più danni di quanto si possa immaginare.

Capiamo meglio quali sono le controindicazioni del massaggiatore cervicale.

dolori-da-cervicale
Dolori da cervicale

Sicuramente il massaggio cranio sacrale è un’ottima soluzione per migliorare i dolori da cervicale.

Nonostante ciò, è importante conoscere bene i rischi prima di incappare in qualche problema più grave.

Vediamo meglio nel dettaglio di cosa stiamo parlando!

Sintomi della cervicale

La cervicale, o più precisamente cervicalgia, si presenta solitamente con dolori localizzati principalmente a livello muscolare e osseo del collo.

Questi dolori causano rigidità e limitazioni nei movimenti della testa. Ciò non fa altro che peggiorare la situazione, rendendo il processo autoalimentato.

I muscoli del collo appaiono quindi contratti e dolenti. Il dolore si può irradiare anche alle spalle, alla testa e, nei casi di infiammazione severa, fino alle braccia.

Altri sintomi della cervicale sono il mal di testa che sale fino a livello della nuca e nell’area orbitale.

Inoltre, quando la cervicale è piuttosto severa, possono presentarsi altri sintomi a livello del sistema nervoso, quali:

  • Vertigini
  • Giramenti di testa
  • Nausea
  • Ronzii
  • Offuscamento visivo

Cause della cervicalgia

I dolori cervicali possono essere causati da molti fattori anche diversi tra loro.

Sicuramente i principali due motivi che portano alla cervicalgia sono la sedentarietà e la postura errata.

Infatti i muscoli non allenati e poco tonici non riescono a sostenere bene la testa e la colonna vertebrale, causando la cervicalgia.

Anche un colpo di freddo o un trauma articolare può causare dolori cervicali per via di danni alle strutture ossee e/o muscolari.

Infine anche un forte mal di denti, con un’azione a catena su tutti i muscoli e le articolazioni del viso, può incidere sulla cervicalgia.

Benefici del massaggio cervicale

pistola-massaggiante
Pistola massaggiante

Trattandosi quindi di un disturbo principalmente muscolare, il massaggio cervicale è sicuramente una buona opzione.

Questo perché, inducendo un rilassamento del collo, avremo meno dolore. Inoltre il massaggio stimola una sensazione di benessere generalizzato a livello di tutto il corpo e della psiche.

Il massaggio può anche essere indotto con strumenti come la pistola massaggiante o il foam roller.

Questi prodotti consentono di svolgere azioni e movimenti tipici di un massaggiatore.

La pistola massaggiante è dotata di un’impugnatura e una testina pulsante che si muove avanti e indietro.

Il foam roller è un cilindro più o meno duro che, passandoci sopra in posizione supina, attiva la circolazione e rilassa i muscoli.

Entrambi i prodotti possono essere usati in casa e acquistati comodamente in negozi specializzati o direttamente sul web.

È importante però farne un uso corretto ed evitare di peggiorare la situazione.

Controindicazioni

Ci sono infatti alcune situazioni in cui il massaggio, che sia svolto da un operatore professionista o simulato dagli strumenti sopra citati, è controindicato.

In particolare il massaggio a livello cervicale è strettamente sconsigliato in casi di:

  • Emorragia intracranica acuta
  • Aneurisma intracraneal
  • Fratture craniche recenti
  • Neoplasie
  • Alterazioni della pressione intracranica

Tutte queste situazioni riguardano lesioni anatomiche gravi e/o urgenze mediche. Ovviamente in questi casi sono anche controindicati le pistole pulsanti e i foam roller.

È importante anche evitare massaggi su zone della cute che presentano:

  • Ferite aperte
  • Vene varicose
  • Scoccature
  • Affezioni cutanee

In tutti questi casi è importante rivolgersi ad un terapista esperto. Questo deve essere informato di tali condizioni.

Ciò è importante perché magari il massaggiatore può comunque portare sollievo alla situazione lavorando in aree vicine e non direttamente sulla pelle lesa.

È importante anche non ricevere alcun massaggio qualora tu abbia la febbre. Che sia causata da un’influenza o da un’infezione batterica, è importante non effettuare massaggi finché la febbre non ti sia passata.

Molto importante è anche evitare massaggi in caso di gravidanza. Ovviamente il discorso si fa diverso qualora tu ti rivolga ad un terapista specializzato in massaggi prenatali.

In linea generale le donne incinte non dovrebbero ricevere alcun massaggio.

Conclusioni

Possiamo quindi affermare che la cervicalgia può essere combattuta tramite degli ausili che imitano il massaggio cervicale.

Allora stesso tempo, però, è importante conoscere a pieno la situazione generale di salute. È importante quindi non azzardare mosse e movimenti qualora non si è sicuri.

Parlane sempre prima con il tuo medico curante per avere un quadro completo e non rischiare di peggiorare la situazione.


Fonti