Metabolita prodotto dalla flora intestinale e rischio di mortalità per insufficienza cardiaca

Ricercatori riportano nella rivista Journal of the American College of Cardiology che livelli plasmatici a digiuno di un metabolita prodotto da batteri intestinali sono risultati significativamente più elevati in pazienti con insufficienza cardiaca, se confrontati con il gruppo di controllo. Inoltre, si è osservato che il rischio di mortalità a 5 anni in pazienti affetti da questa patologia aumentava in modo marcato a fronte di concentrazioni più elevate al baseline del metabolita, trimetilamina-N-ossido (TMAO), che viene prodotto dalla flora batterica intestinale utilizzando la carnitina ed altri nutrienti introdotti con la dieta. La possibilità di predire il rischio attraverso questo metabolità è risultata indipendente dagli elementi tradizionalmente considerati, quali ad esempio la funzionalità renale e i biomarker come i peptidi natriuretici e la hs-CRP.
(Fonte Medscape)