Gli 8 migliori misuratori di pressione, per la salute del nostro sistema cardiovascolare

Conosciuto anche con il nome tecnico di sfigmomanometro, il misuratore di pressione arteriosa è un dispositivo indispensabile per chi deve controllare in maniera costante i valori della propria pressione sanguigna, specialmente per chi soffre di ipertensione.

Grazie allo sviluppo delle nuove tecnologie, quello che era uno strumento esclusivamente usato dalla classe medica – richiedeva anche una grande abilità manuale ed un orecchio molto fine – è oggi diventato automatico ed utilizzabile da chiunque, per un uso domestico e continuativo.

Le funzioni offerte da questi strumenti sono moltissime: in questo articolo cercheremo di illustrarti quelle principali, così da capire insieme qual è il miglior misuratore di pressione, quale scegliere e dove comprarlo.

Le migliori misuratori di pressione


Qual è il miglior misuratore di pressione?

Da braccio o da polso, automatici o manuali, con USB o senza: sono solo alcuni dei dilemmi che possono affliggere chi si trova a dover scegliere da solo quale sfigmomanometro faccia al caso suo, specialmente se lo cerca a seguito di una diagnosi di ipertensione arteriosa.

Proprio per affiancarti nella scelta di un dispositivo così importante per le nostre vite, abbiamo deciso di scrivere questa guida, per scoprire insieme quali caratteristiche deve avere un buon misuratore di pressione e quali modelli sono attualmente i più buoni.

Qui di seguito ti presentiamo i migliori misuratori di pressione in vendita online, in farmacia e nei negozi specializzati:

1. Misuratore di pressione da braccio con schermo Omron M3

OMRON M3 Misuratore Pressione Sanguigna da...

Vedi recensioni su Amazon

Iniziamo parlando del primo prodotto, il misuratore di pressione sanguigna da braccio OMRON M3. Si tratta di un dispositivo innovativo, con numerose funzionalità extra rispetto agli sfigmomanometri tradizionali, particolarmente adatto a chi vuole tenere sotto controllo la pressione senza perdersi nulla.

La tecnologia intellisense permette un gonfiaggio confortevole del bracciale, che non ci stritolerà più il braccio come facevano i misuratori di pressione della nonna. A proposito di bracciale, la sua misura è regolabile da 22 a 44 cm.

Per quanto riguarda le funzionalità più golose per chi vuole un prodotto all’avanguardia, notevole è sicuramente l’indicatore di irregolarità del battito cardiaco, che può permetterci di venire a conoscenza di una eventuale aritmia misconosciuta.

Dotato di memoria interna, OMRON M3 permette la creazione di due profili utente, ciascuno dei quali può registrare fino a 60 misurazioni.

Schermo ampio e perfettamente leggibile e semplicità d’uso sono le parole d’ordine di questo modello, che si attesta in fascia media, ma che offre davvero tutto ciò che un misuratore di pressione ha da offrire.


2. Misuratore di pressione semplice e rapido EasyRapid di Pic

Pic Misuratore Pressione Easyrapid...

Vedi recensioni su Amazon

Pic Solution è sicuramente una garanzia quando si parla dispositivi elettromedicali, e questo misuratore di pressione EasyRapid non fa eccezione.

Le parole d’ordine – come il nome stesso dello strumento ci suggerisce – sono Easy (facile) e Rapid (rapido): tramite l’uso di un unico tasto, il dispositivo si avvia, si gonfia e conclude la misurazione in maniera molto rapida, il tutto con una semplicità disarmante. Anzi, un’anteprima del risultato verrà mostrata addirittura già in fase di gonfiaggio!

Oltre queste caratteristiche basilari, è presente l’indicatore di irregolarità del ritmo, così come un indicatore grafico che aggiorna l’utente in tempo reale sui suoi livelli di pressione.

Anch’esso ha una memoria interna, che calcola automaticamente la media delle ultime 3 rilevazioni, per un monitoraggio completo e pratico. Le ultime 60 registrazioni vengono comunque salvate, permettendoti di creare il tuo diario clinico personale.

Stando all’opinione degli utenti che lo usano abitualmente, il misuratore di pressione Pic EasyRapid è preciso e affidabile, guadagnando quindi un rapporto qualità prezzo di tutto rispetto.


3. Misuratore di pressione sanguigna automatico Microlife A6

Microlife A6 PC Arti Superiori Misuratore di...

Vedi recensioni su Amazon

Con il Microlife A6 ci spostiamo nel campo di misuratori automatici di pressione semi-professionali, dato che è un prodotto di fascia medio-alta, pur avendo il rapporto qualità-prezzo decisamente dalla sua.

Partiamo subito dalla caratteristica che lo differenzia dai modelli visti precedentemente: Microlife A6 ha una porta micro-USB che permette la sua connessione ad un qualsiasi computer. In questo modo, potremo scaricare i dati ed inviarli direttamente al nostro medico, per una comodità senza precedenti.

Grazie alla tecnologia MAM, pensata per ridurre il rischio di errore e migliorare la precisione del dispositivo, riesce a rilevare la presenza di fibrillazione atriale, la quale viene segnalata e poi lo strumento procede direttamente ad una misurazione successiva. Un totale di 3 misurazioni conferisce al dispositivo una buonissima affidabilità.

Display extra large con numeri grandi e nitidi, bracciale universale di 22 – 42 cm, memoria interna che consente la creazione di 2 profili utente, ognuno dei quali può conservare fino a 99 registrazioni.

Insomma, un prodotto davvero professionale, per chi non vuole rinunciare alla migliore tecnologia.


4. Misuratore di pressione automatico con memoria Laica

Laica BM2301 Misuratore di Pressione Sanguigna da...

Vedi recensioni su Amazon

Entriamo ora nel terreno di gioco dei misuratori di pressione low cost, per un acquisto più economico possibile, senza perdere troppo in termini di qualità.

Il misuratore di pressione sanguigna da braccio Laica BM2301 permette di misurare la pressione in maniera semplice, rapida e non invasiva, grazie al bracciale gonfiabile incluso, di lunghezza regolabile da 22 a 36 centimetri.

Il display, chiaro e decisamente minimal, restituisce i valori della pressione sistolica, la diastolica e la frequenza cardiaca, ma è anche dotato di rilevatore di aritmie, segnalandoti qualsiasi battito irregolare o ritmo cardiaco alterato.

L’alimentazione è garantita da 4 Pile AA incluse nella confezione, mentre la memoria interna riesce addirittura a tenere traccia di 4 profili utente e 120 registrazioni: un’enormità, dato che si tratta di un dispositivo a basso prezzo.

Alcuni utenti segnalano una precisione che non è esattamente millimetrica, ma va benissimo per misurazioni di routine, in vista di un monitoraggio generico della propria pressione arteriosa, per chi non ha bisogno di prestazioni eccelse.


5. Misuratore di pressione da braccio digitale Hylogy

HYLOGY Misuratore Pressione da Braccio Digitale,...

Vedi recensioni su Amazon

Anche il misuratore di pressione da braccio Hylogy è un dispositivo che non richiede un grande esborso economico, riuscendo però a stare al passo con i diretti concorrenti più costosi.

L’azienda garantisce misurazioni extra rapide, addirittura in 2 secondi. Il gonfiaggio del bracciale è completamente automatico ed intelligente, in modo da non stringere mai troppo il braccio.

Lo schermo LCD è grande ed essenziale, mostrando la massima, la minima, la frequenza cardiaca, nonché informazioni secondarie come l’orario, la data e l’utente che sta effettuando la misurazione. Gode inoltre di spegnimento automatico, che assicura un notevole risparmio energetico.

Anche questo dispositivo è fornito di una capiente memoria interna, che consente di immagazzinare fino a 90 risultati per ognuno dei due profili personalizzabili.

Le opinioni di chi l’ha provato per noi garantiscono una precisione molto elevata, anche quando confrontato con i misuratori di pressione ospedalieri.

Insomma, un’ottima scelta per chi non vuole spendere troppo ma sceglie comunque di non rinunciare alla qualità e all’affidabilità.


6. Misuratore di pressione digitale clinicamente validato A&D Medical

A&D Medical UA-611 Misuratore di Pressione da...

Vedi recensioni su Amazon

Ed eccoci arrivati al misuratore di pressione più economico dell’intero gruppo: sto parlando dell’UA-611 di A&D Medical.

Quest’azienda giapponese riesce a coniugare al meglio prezzi davvero competitivi con una qualità vincente e riconosciuta. I loro misuratori di pressione sono infatti validati dalla Società Europea dell’Ipertensione, che lo certifica come dispositivo accurato ed affidabile, con un margine di errore di +/- 3%.

A&D ha ideato l’algoritmo IHB (Irregular Heart Beat), impiegato da questo dispositivo e da tantissime altre aziende per lo screening delle aritmie e per la rilevazione della fibrillazione atriale.

Il misuratore di pressione è fornito del suo manuale di istruzioni, così come del bracciale gonfiabile che può essere regolato ad una circonferenza compresa tra i 22 e i 32 cm.

La memoria è leggermente inferiore rispetto ai competitors, in quanto immagazzina fino a 30 misurazioni senza la possibilità di creare profili multipli. Sopperisce però a questa mancanza con l’utile funzione di calcolo della media delle misurazioni, che ci dà una migliore idea dell’evoluzione della nostra pressione arteriosa.


7. Misuratore di pressione elettronico da braccio Lovia

Misuratore Pressione Sanguigna da Braccio, Lovia...

Vedi recensioni su Amazon

Siamo di fronte ad un altro prodotto economico ma dalle caratteristiche sorprendenti. Il misuratore di pressione da braccio Lovia, oltre a tutte le caratteristiche degli altri misuratori economici, ha anche in dotazione il cavo USB.

Questo potrà essere usato per scaricare i dati su PC, ma anche come alimentazione dello strumento al posto delle pile AAA (non incluse nella confezione). Questa caratteristica di solito è appannaggio di modelli di fascia alta, mentre qui la ritroviamo e funziona anche molto bene.

Presenta le classiche caratteristiche: è completamente automatico nella misurazione, ha la spia per il battito irregolare, ha una memoria interna su cui si possono registrare fino a due utenti, con 240 registrazioni totali.

Il display è retroilluminato e presenta un ottimo contrasto. I numeri sono molto grandi e adatti ad essere letti anche da chi ha problemi di vista.

La precisione è molto buona per un prodotto di questa fascia di prezzo e la misurazione avviene in maniera davvero facilissima. Insomma, uno strumento dall’altissimo rapporto qualità prezzo, adatto a chiunque voglia beneficiare della tecnologia senza spendere una fortuna.


8. Misuratore di pressione arteriosa con display LCD Oudekay

Misuratore di Pressione da Braccio, OUDEKAY...

Vedi recensioni su Amazon

Ed eccoci all’ultimo dei prodotti che andiamo a recensire oggi: si tratta dell’innovativo misuratore di pressione arteriosa della Oudekay.

La misurazione della pressione con questo strumento diventa una passeggiata, tanto che basta un solo pulsante per avviare il dispositivo, più un tasto accessorio per cambiare utente, da “A” a “B” e viceversa.

L’ampio display LCD gode di un contrasto molto forte, impossibile da non leggere distintamente. Inoltre colore del display cambierà in base ai risultati della pressione sanguigna che avremo ottenuto!

Infatti, il blu indica una pressione ottimale, l’arancione segna il livello di attenzione, il rosso avverte di valori pericolosi per la nostra salute. Una trovata molto carina per comprendere immediatamente i risultati ottenuti.

Anche questo strumento è completamente automatico, ha lo spegnimento automatico dopo 30 secondi senza interazione e possiede una memoria interna che può contenere 2 utenti con 99 misurazioni massime ciascuno.

Il bracciale può assumere una circonferenza da 22 a 42 cm.


Perché è bene misurare la pressione a casa?

misuratore-di-pressione

Diverse ricerche dimostrano che un monitoraggio condotto con costanza a casa del paziente può aiutare moltissimo a tenere sotto controllo l’ipertensione arteriosa, portando un abbassamento dei valori sia della sistolica (la massima) che della diastolica (la minima).

Sicuramente, oltre all’effetto pratico della misurazione in sé, avere uno sfigmomanometro sempre a portata di mano può avere un effetto anche psicologico sui pazienti.

Il dover effettuare più misurazioni giornaliere, costituisce un importantissimo reminder del fatto che dobbiamo cambiare le nostre abitudini alimentari e il nostro stile di vita. Il tutto si trasforma quasi in un gioco, una sfida alla prossima misurazione che deve essere migliore rispetto alla precedente.

Oltre che per questi fattori, il monitoraggio della pressione a casa propria può essere utile anche per diagnosticarla, l’ipertensione arteriosa: essa è un male silente, che molto raramente dà manifestazione di sé, se non con sintomi totalmente aspecifici, come mal di testa, stordimento, vertigini, ronzii e talvolta epistassi (sangue dal naso).

Una misurazione casalinga potrebbe costituire il primo campanello d’allarme, che può portarci a rivolgerci ad un medico e a trattare precocemente l’ipertensione arteriosa. Ed è inutile dire che un trattamento precoce è sempre migliore di uno tardivo.

Un misuratore di pressione domestico può rivelarsi utilissimo quindi per:

  • Persone sane che, saltuariamente, si misurano la pressione facendo attenzione ad osservarne le variazioni.
  • Ipertensione da camice bianco, cioè pazienti che sono stati trovati dal medico con valori elevati, ma questi stessi possono essere causati da una sorta di ansia causata dall’ambiente e dal personale sanitario. Una misurazione a casa può dirimere ogni dubbio in questo caso.
  • Ipertensione mascherata, ovvero valori normali alla misurazione ambulatoriale ma al di sopra della norma durante la maggior parte del tempo.
  • Pazienti che prendono farmaci per la pressione, che possono in questo modo valutare se la terapia sta funzionando ed in quali termini.

Se si soffre di aritmie come la fibrillazione atriale, la misurazione casalinga della pressione arteriosa potrebbe essere sconsigliata. Questo perché la stessa fibrillazione potrebbe indurre il misuratore a dare risultati errati, portandoci a sottovalutare – o proprio ad ignorare – una patologia che invece andrebbe trattata in maniera pronta ed efficace.

Negli ultimi anni, però, si stanno diffondendo molti sfigmomanometri che riescono a rilevare anche le alterazioni di ritmo: questi ci avvertono, con una buona (ma non totale) accuratezza, quando rilevano variazioni nel ritmo cardiaco o anche solo qualche battito irregolare, indirizzandoci dal medico per un parere più autorevole.

I tipi di misuratore di pressione domestico

I misuratori di pressione arteriosa da casa sono solitamente di due tipi: quello da braccio e quello da polso, con bracciali di dimensioni differenti e qualche funzione diversa l’uno rispetto all’altro.

Una volta che avrai deciso quale modello è più adatto alle tue esigenze – leggendo la guida qui di seguito potrai schiarirti le idee – dovrai passare a valutare le funzionalità, l’efficienza e (non ultimo) il prezzo del tuo misuratore di pressione. Ma prima, vediamo nel dettaglio le due principali tipologie di sfigmomanometro.

Misuratore di pressione da braccio

Questo tipo di misuratore di pressione è il modello più classico, che sicuramente avrai visto (se non usato) almeno una volta nella tua vita. Solo che quello era manuale e la misurazione andava fatta con lo stetoscopio e tanta esperienza!

Il bracciale va avvolto attorno al braccio, poco più in alto della piega del gomito. Si gonfia in modo completamente automatico e, raggiunta la giusta tensione del bracciale, inizia la misurazione della pressione sanguigna e del battito cardiaco.

Queste sono le funzioni di base, poi ovviamente i modelli più avanzati mostrano tutta una serie di opzioni aggiuntive. Il display può essere touch screen, alcuni modelli hanno un sistema di allerta – che può essere grafico oppure sonoro, a mo’ di allarme – quando i valori si discostano troppo da quelli di una pressione perfetta.

Inoltre, alcuni misuratori di pressione hanno una memoria interna, che permette di salvare diversi risultati e di trasferirli su un computer, rendendo facilissima la condivisione in tempo reale con il proprio medico.

Insomma, se non sai bene come misurare la pressione, questi dispositivi si occuperanno di tutto al posto tuo!

  • I numerosi pro: semplicità di uso, memoria interna che può salvare numerosi risultati, possibilità di creare diversi profili utente per misurare pressione a diversi componenti della famiglia, maggiore accuratezza nei risultati.
  • I possibili contro: bisogna fare attenzione alle dimensioni del bracciale. È vero che esso può adattarsi a diverse misure, però è importante che esso sia perfettamente aderente al tuo braccio. Se è troppo lento o troppo stretto, i risultati potrebbero essere falsati. Inoltre, spesso questi dispositivi sono ingombranti e non portatili.

Misuratore di pressione da polso

Questo tipo di misuratore di pressione è molto pratico, essendo più piccolo e quindi portatile, rispetto al misuratore di pressione da braccio. Tuttavia, la misurazione potrebbe risultare meno precisa rispetto al modello tradizionale.

Questo perché la pressione a livello del polso è influenzata dalla gravità, quindi i risultati possono variare notevolmente in base alla posizione che assumiamo.

Per una misurazione quanto più accurata possibile, il polso dovrebbe essere posizionato all’altezza del cuore, cosa che con il misuratore di pressione da braccio avviene più o meno naturalmente, mentre in questo caso bisogna assumere una posizione forzata e poco naturale.

  • I pro: si tratta di un dispositivo di dimensioni ridotte, compatto, leggero e puoi portarlo sempre con te. È completamente automatico e risulta meno fastidioso di alcuni sfigmomanometri da braccio, durante la misurazione.
  • I contro: risultati meno accurati, perché molto sensibili alla posizione del bracciale e del nostro polso. Entrambi dovrebbero trovarsi all’altezza del cuore per risultati più precisi.

Come scegliere il misuratore di pressione perfetto per te

misurare-la-pressione-a-casa

Per essere sicuro di scegliere un misuratore di pressione perfetto per te e per le esigenze della tua famiglia, cerca sempre di dare un’occhiata ai modelli più apprezzati, in base alle certificazioni che hanno e all’opinione degli utenti.

Tutti i misuratori di pressione da polso e da braccio presenti nella nostra lista sono tra i migliori per quanto riguarda le caratteristiche chiave, come la praticità e la precisione delle misurazioni.

Oltre alle specifiche tecniche, però, c’è tutto un mondo di altri aspetti secondari da scoprire e considerare, che potrebbero rivelarsi delle piccole grandi soluzioni in grado di facilitarti la vita o, al contrario, dei grossi deterrenti all’acquisto. Per questo, ti suggeriamo di seguire questi piccoli consigli, per essere davvero sicuro su quale scegliere.

Controlla le dimensioni

Un bracciale gonfiabile di dimensioni errate per il nostro braccio (o polso) produrrà dei risultati – molto probabilmente – errati.

Prima di comprare un misuratore di pressione da braccio, ti conviene misurare il tuo braccio, così da scegliere un manicotto adatto alle tue esigenze. In particolare puoi seguire queste indicazioni generali:

  • Bracciale di taglia S: per un braccio con circonferenza di 18-22 cm
  • Taglia M: per circonferenze di 23-32 cm.
  • Taglia L: per braccia di circonferenza superiore a 33 cm.

Il braccio va misurato a circa metà della distanza tra spalla e gomito.

Tieni presente che la maggior parte dei misuratori di pressione viene dotato di un bracciale di medie dimensioni, che di solito si adatta alla maggior parte delle situazioni.

Se il tuo braccio risulta fuori taglia M, è probabile che tu debba pensare di acquistare a parte un manicotto delle giuste dimensioni. Per questo, vale la pena impiegare 5 minuti a prendere le misure, così da sapere già in partenza se si può acquistare un bracciale di dimensioni diverse ma della stessa marca, e dove comprarlo.

Tieni in considerazione il prezzo

È sempre buona cosa stabilire un budget da non superare, ma è altrettanto vero che risparmiare sui dispositivi medici può rivelarsi spesso un azzardo che può costarci caro in termini di salute e benessere.

Le offerte esistono, sia per i misuratori di pressione in vendita online che in farmacia, così come esistono davvero degli sfigmomanometri low cost che sono accurati nella misurazione dei valori della pressione e, allo stesso tempo, pratici e confortevoli.

Per orientarti al meglio, tieni presente che il costo per un buon misuratore di pressione è compreso in media tra i 25€ e i 100€. I dispositivi che escono da questo range potrebbero essere o eccessivamente professionali (col rischio di risultare cervellotici) oppure troppo spartani.

Scegline uno facile da usare

Prima di acquistare un misuratore di pressione, assicurati che sia facile da leggere e da indossare.

I bracciali gonfiabili hanno solitamente una chiara indicazione che aiuta a trovare il verso di applicazione e il posizionamento giusto sul braccio.

Può essere molto utile avvalersi di uno schermo molto grande, in modo da leggere al meglio i numeri e i dati riportati. Allo stesso modo, è bene che i pulsanti siano grandi e ben comprensibili nella loro funzione.

Ovviamente però, questo peserà sull’altro piatto della bilancia: le dimensioni. Un dispositivo troppo grande potrebbe risultare ingombrante e impossibile da trasportare in caso di necessità.

La cosa migliore è quindi trovare un buon compromesso tra un uso semplice e intuitivo e le necessità che ci si aspetta di soddisfare comprando un misuratore di pressione: se la tua idea è quella di usarlo anche fuori casa, forse vale la pena di sforzarsi ad imparare ad usarlo al meglio, pur se si tratta di un dispositivo meno grande e intuitivo.

Se, invece, l’uso che vuoi farne è prevalentemente domestico, meglio prediligere la chiarezza e la praticità, senza ombra di dubbio!

Di quali funzioni hai bisogno?

I moderni misuratori di pressione da braccio o da polso presentano tantissime funzioni extra che potrebbero disorientare un utente che si avvicina per la prima volta a questo utilissimo strumento.

Tieni sempre presente che i requisiti primari che devi individuare nella scelta del tuo sfigmomanometro dovrebbero essere sempre l’accuratezza delle misurazioni e la buona aderenza del bracciale gonfiabile.

Tutte le altre funzionalità sono infatti accessorie, volte ad aumentare le potenzialità dello strumento e a renderlo più  pratico e comodo. Ma se misura male, tutto il resto non serve!

Ecco qui alcuni optional che potrebbero davvero valere una scelta piuttosto che un’altra:

  • Rilevatore di aritmie cardiache: è importante sapere se il nostro cuore ha qualche pulsazione irregolare o se, in casi più gravi come la fibrillazione atriale, è importante impostare quanto prima una terapia.
  • Indicatore della categoria di rischio: la pressione arteriosa viene classificata dal nostro dispositivo in una delle 6 categorie di rischio cardiovascolare.
  • Memoria interna: permette di salvare le misurazione e di poter confrontare le ultime con quelle passate. In questo modo non ci limitiamo a valutare i singoli valori della pressione ma potremo osservare la loro variazione nel tempo.
  • Possibilità di utenti multipli: i dispositivi dotati di memoria interna possono anche offrire la possibilità di creare profili multipli, ad esempio uno per ogni membro della famiglia. In questo modo, le misurazioni di ogni persona vengono catalogate nel suo profilo utente.
  • Trasferimento dati su PC: altra feature piuttosto importante, che può facilitarci la comunicazione con il medico. Spesso, infatti, il cardiologo potrebbe richiederci delle misurazioni della pressione seriate, e questa funzione potrebbe semplificarci notevolmente le cose. Basta una mail!
  • Calcolo dei valori medi: infine, alcuni dispositivi possono calcolare la tua pressione media confrontando più misurazioni, così da avere una stima sempre più attendibile della tuo benessere cardiovascolare.
  • Alimentazione a pile o connesso a rete elettrica: alcuni dei misuratori di pressione che hanno un ingresso USB possono sfruttare lo stesso come porta di alimentazione elettrica. Questa può essere una buona soluzione di emergenza nel caso in cui le batterie si scarichino.

Come si usa un misuratore di pressione?

misura-del-bracciale

È un’operazione che abbiamo visto fare mille volte, a casa o dal medico ma, ogni volta che dobbiamo farlo noi in prima persona, siamo colti da quel pizzico di timore ed esitazione. Ma come si effettua una misurazione impeccabile e quando misurare la pressione?

Innanzitutto, è importante portare periodicamente il tuo misuratore di pressione dal medico con te, in modo da verificare che i risultati siano esattamente gli stessi che compaiono sul suo misuratore. È bene ripetere questa operazione almeno una volta l’anno.

Misurare la pressione con uno sfigmomanometro automatico è davvero un gioco da ragazzi. Basta posizionare il bracciale seguendo il verso che è indicato sulla sua parte interna e verificare che sia ben aderente al braccio. La posizione giusta è poco più in alto della piega del gomito. Dopodiché, basta premere il pulsante e il bracciale inizierà a gonfiarsi, procedendo con la misurazione.

Come misurare la pressione è quindi un quesito la cui risposta è abbastanza semplice. In realtà, però, sono presenti diversi altri accorgimenti che aiutano a rendere le misurazioni quanto più precise possibile.

Queste raccomandazioni vengono proprio dalla AHA, la American Heart Association, e sarebbe bene rispettarle così da tenere sotto controllo la nostra pressione arteriosa.

  • Evita di fumare o assumere bevande ricche in caffeina nei 30 minuti che precedono la misurazione. Questo perché le sostanze sopra citate possono aumentare la frequenza e la contrattilità cardiaca (ma anche dei vasi), falsando potenzialmente i risultati.
  • Evita anche lo sport subito prima della misurazione, per lo stesso motivo.
  • Cerca sempre di andare in bagno prima della misurazione e riposare per circa 5 minuti.
  • Il bracciale va indossato direttamente sulla pelle, evita assolutamente di frapporre degli indumenti tra la pelle e il bracciale, o lo strumento potrebbe perdere in accuratezza.
  • Scegli una sedia rigida e con uno schienale, poggiando bene i piedi a terra. Il braccio va appoggiato su una superficie piana, di solito un tavolo, per mantenerlo alla stessa altezza del cuore. Cerca anche di evitare divani e superfici morbide che tendano ad affondare.
  • Cerca di fare le misurazione sempre agli stessi orari e per tutto il periodo che il medico ti consiglia, così da non incappare in variazioni fisiologiche che possono fare abbassare o alzare la pressione.
  • Effettua almeno 2 o 3 misurazioni ogni volta, a distanza di un minuto, per confermare con certezza i valori ottenuti.

Chi è che ha bisogno di un buon misuratore di pressione?

Un misuratore di pressione arteriosa può essere molto utile in diverse condizioni, patologiche e non, in cui si rende necessario tenere sotto controllo la pressione sanguigna.

In particolare, controllare la pressione si rende essenziale in questi casi:

  • Se una misurazione dal medico ha dato valori pressori elevati, ma devi comunque verificare che non si tratti di un episodio isolato. Questo può capitare nel caso della cosiddetta ipertensione da camice bianco, causata probabilmente da un’ansia inconsapevole scatenata dal medico e dalla situazione specifica.
  • Pazienti diabetici, in quanto il diabete è spesso accoppiato all’ipertensione arteriosa ed entrambi agiscono come complici nei danni cardiovascolari e renali di questa patologia.
  • Donne in gravidanza, che frequentemente possono soffrire di ipertensione e condizioni di pre-eclampsia.
  • Pazienti in trattamento con farmaci per la pressione, che devono controllare se essi sono efficaci e stanno effettivamente funzionando. Un monitoraggio casalingo può dare sicuramente un quadro più preciso della reale risposta alla terapia, piuttosto che misurazioni una tantum effettuate in farmacia o dal medico.

È bene precisare che queste sono le situazioni in cui è più frequente avere bisogno di misurare la pressione sanguigna. Tuttavia non esiste nessuna controindicazione a misurarci la pressione anche se siamo sani!

Può essere un buon modo per tenere sotto controllo il nostro stato di salute generale e rendersi conto per tempo delle prime avvisaglie di qualcosa che non va. Prevenire è meglio che curare, no?

Come si fa la manutenzione del misuratore di pressione?

misuratore-pressione

La cosa migliore da fare, per avere il misuratore di pressione sempre ben calibrato, è attuare una regolare manutenzione dello strumento.

Normalmente bisognerebbe mandare il dispositivo all’azienda produttrice almeno una volta ogni due anni, per effettuare una rigorosa ricalibrazione.

Questo può garantire risultati sempre accurati, senza il bisogno di effettuare diverse misurazioni ogni volta o, peggio, di avere uno strumento di riserva per confrontare i risultati.

Se sei momentaneamente impossibilitato ad inviare il prodotto al produttore per difficoltà pratiche, è sempre possibile recarsi periodicamente dal medico per una misurazione comparata, in modo tale da vedere se il tuo sfigmomanometro presenta un errore sistematico e a quanto ammonta. Per conoscere questi dati, basterà paragonarli con i valori riportati sul dispositivo professionale del medico.

Una volta che sai di quanto differiscono, ti basterà sommare/sottrarre approssimativamente l’errore alle tue  misurazioni successive. Ma sempre in attesa di una corretta calibrazione dello strumento!

Le dimensioni (del bracciale) sono importanti

Ma quali dimensioni? Ci riferiamo a quelle del monitor e, ancor più importante, la misura del bracciale.

Andiamo per gradi. La misurazione della pressione è possibile perché, grazie ad un manicotto che si gonfia, viene compressa l’arteria brachiale. La pressione del bracciale che è capace di chiudere questa arteria totalmente, corrisponde alla pressione massima o sistolica. Dopodiché il bracciale viene sgonfiato gradualmente finché l’arteria non torna totalmente libera. Questa pressione corrisponde invece alla pressione minima, o diastolica. Per approfondimenti

Questo è un concetto che può sembrare ostico, ma è essenziale se si vuole comprare un dispositivo che ci comunichi valori della pressione accurati.

Spesso, infatti, si prova fastidio, si ha la sensazione che il manicotto ad aria stringa troppo. Questo potrebbe “indurci in tentazione” nel comprare un misuratore di pressione che sia troppo largo per il nostro braccio o polso.

Questa frase deve risuonare come un mantra: un bracciale di dimensioni errate equivale automaticamente ad una misurazione per niente precisa.

Fortunatamente, la maggior parte dei misuratori di pressione viene venduto con in dotazione più bracciali di diverse dimensioni, oppure – più frequentemente – un singolo manicotto regolabile per adattarsi alla maggior parte delle circonferenze.


Domande frequenti

❤️  A cosa devo fare attenzione quando compro un misuratore di pressione?

Gli aspetti a cui fare attenzione sono diversi, ma sicuramente devi valutare le dimensioni del bracciale, dato che esse vanno ad influenzare direttamente la precisione delle misurazioni. La maggior parte dei misuratori di pressione sono venduti con bracciale di taglia media inclusa. Se pensi di aver bisogno di una taglia diversa, informati su dove comprare un bracciale compatibile col tuo sfigmomanometro.

❤️  Quanto sono accurati i misuratori di pressione da casa?

I misuratori di pressione domestici possono essere molto utili nel monitorare nel lungo periodo la pressione arteriosa. Non sempre, però, essi forniscono misurazioni accuratissime, ancor più se il dispositivo non viene regolarmente controllato e ricalibrato. In ogni caso, il misuratore di pressione domestico è un’ottima soluzione per avere un’idea delle variazioni nel tempo della tua pressione sanguigna.

❤️  Dovrei comprare un misuratore di pressione?

Un misuratore di pressione fa sempre comodo e non è mai un acquisto inutile, perché monitorare di tanto in tanto la propria pressione arteriosa è una buonissima abitudine. Se non sei iperteso ma in ambulatorio hai ottenuto misurazioni borderline, allora è opportuno acquistare uno di questi strumenti, per capire se si tratta di un picco isolato o, in caso contrario, seguire lo sviluppo della situazione giorno per giorno.

❤️  Un bracciale troppo stretto può riportare una pressione troppo alta?

Sì, è stato dimostrato da alcuni studi che usare un bracciale troppo stretto può restituire dei risultati di pressione arteriosa più elevati dei valori effettivi, da 10 fino a 40 mmHg in più. Allo stesso modo, è importante misurare sempre la pressione mettendo il manicotto gonfiabile direttamente sulla pelle, per non ottenere risultati troppo distanti dalla realtà.

❤️  Quali sono i valori della pressione medi per una persona di 70 anni?

Valori di pressione ottimali sono inferiori a 120/80 mmHg. Il primo valore è la massima, o pressione sistolica, il secondo rappresenta invece la minima, o pressione diastolica. Normalmente, con l’avanzare dell’età la pressione arteriosa tende ad aumentare, così come la pressione differenziale, cioè la differenza tra minima e massima. Dopo i 70 anni è bene cercare di restare in un range che non superi troppo i 130/85.

❤️  Su quale braccio è meglio misurare la pressione, il destro o il sinistro?

Normalmente, gli strumenti automatici per la misurazione della pressione sono concepiti per misurare a sinistra, anche se è sempre meglio leggere le istruzioni del dispositivo per essere sicuri. Se si cambia spesso braccio, è possibile ottenere valori diversi, generalmente poco più alti a destra. Niente paura, è una questione fisiologica, dovuta al tragitto più lineare percorso dal sangue per giungere in arteria brachiale destra.