Non convincono i dati sulla seconda trimestrale di Pfizer

Il Frankfurter Allgemeine Zeitung ha pubblicato oggi un articolo nel quale analizza i risultati postati dal colosso farmaceutico Pfizer.
Anche nell’ultimo trimestre, Pfizer ha registrato un calo delle vendite, del 2% ($12.8bn) che l’azienda imputa alla perdita di protezione brevettuale per alcune molecole chiave come Celebrex e Viagra. Quest’ultimo, in particolare, ha registrato un calo delle vendite dell’ordine del 12%. Tra le business units, quella che ha sofferto maggiormente è stata la Primary Care, -17%, mentre ha performato oltre le aspettative l’oncologica, che ha registrato un +24% nelle vendite. Da notare, inoltre, che i costi variabili del gruppo sono aumentati di un 4%.
Per effetto dell’annuncio le azioni del gruppo sono passate da $30.4 a $29.17.
(Fonte Frankfurter Allgemeine Zeitung)