Non tutti i produttori di generici sono in difficoltà, Hikma presenta una buona semestrale

Hikma ha presentato ieri all’apertura dei mercati i risultati finanziari relativi al primo semestre dell’anno. I numeri sono stati superiori alle attese e così il management del produttore giordano di generici ha migliorato le stime per l’anno in corso e questo ha fatto guadagnare oltre l’8% al titolo Hikma (Londra).

Il fatturato è stato nei primi sei mesi dell’anno di $989m ovvero $94m (+10%) più del H1 2017. l’EBIT è passato da 19.7% a 21.6% del fatturato. Tutte e tre le divisioni Injectables, Generics e Branded Drugs hanno mostrato segni di forte ripresa. Durante la presentazione dei risultati alla comunitá finanziaria il neo CEO del gruppo Siggi Olafsson, che è in carica da febbraio, ha dichiarato che come tutti i produttori di generici è molto preoccupato per l’evoluzione dei prezzi dei generici nel mercato americano. Il CEO ha inoltre detto che il gruppo ha beneficiato durante l’anno della limitata disponibilitá sul mercato di ibuprofene (Pfizer) e che il 2019 srá un anno difficile soprattutto per la divisione Injectables. Il titolo Hikma ha guadagnato il 70% dall’inizio dell’anno portando la capitalizzazione a GBP4.2bn.

(Fonte Hikma transcripts)