Novo Nordisk posta risultati di rilievo per il 2014

Il gruppo farmaceutico danese Novo Nordisk posta ottimi risultati finanziari relativi allo scorso anno, ma il mercato non premia le azioni del gruppo che invece perdono il 2% all’annuncio del risultati. Le vendite del gruppo sono cresciute nel 2014 del 6.3% (88bn corone danesi) e il margine netto del 5.2%. EPS del gruppo mostra un rassicurante +7.7%. Il mercato cinese e quello americano hanno guidato la crescita del gruppo, con un miglioramento dell’11% nelle vendite rispetto al 2013. Il risultato americano è particolarmente importante, perchè gli USA rappresentano ormai il 47% del fatturato totale del gruppo danese. Questo aspetto è maggiormente positivo vista la posizione favorevole della corona danese rispetto al dollaro, il quale si è rafforzato molto rispetto alla divisa danese. L’ambito diabetologico continua ad essere il settore core del gruppo e conta ora per il 79% del fatturato con una crescita rispetto al 2013 del 7%.
Particolarmente di rilievo, le performance di Victoza (+16%) e dell’insulina di nuova generazione (+11%) che hanno bilanciato le performance non altrettanto stellari di Novoseven, nel trattamento dell’emofilia. Nel presentare i risultati alla comunità finanziaria, il CEO di Novo Nordisk, Lars Sorensen, ha dato anche le indicazioni per l’anno in corso. Novo si aspetta una crescita del fatturato nel 2015 del 6/9%, mentre i profitti aumenteranno del 10%. Le rosee previsioni di Novo sono in netto contrasto con le attese pessimistiche annunciate da Sanofi poche settimane fa. A preoccupare gli analisti sono soprattutto le difficoltà che si prevedono per Victoza ($2bn in vendite) che secondo gli analisti perderà delle quote di mercato per effetto del nuovo prodotto di Eli Lilly, Trulicity.
(Fonte Novo Nordisk)