Nuove linee guida AACE/ACE per il diabete di tipo 2

Nei giorni scorsi l’American Association of Clinical Endocrinologists (AACE) e l’American College of Endocrinology (ACE) hanno comunicato nuove linee guida per la gestione ottimale dei pazienti affetti da diabete di tipo 2. Le nuove linee guida includono un algoritmo di facile utilizzo, con una visione a 360 gradi del paziente diabetico di tipo 2, prendendo in considerazione non il solo controllo glicemico o i livelli di glicemia a digiuno, ma anche tutti gli altri fattori che possano incidere sulla qualità della vita ed il rischio delle complicanze microvascolari e cardiovascolari. Si tratta di un aggiornamento delle linee guida del 2011 e dell’algoritmo del 2013, relativo alla scelta dei prodotti ipoglicemizzanti e della gestione dell’ipertensione, della nefropatia e dell’ipoglicemia in questa popolazione di pazienti. Nelle nuove linee guida sono presi in considerazione anche le vaccinazioni, il rischio di tumore, l’obesità, i disturbi del sonno, la depressione. L’algoritmo di trattamento per il controllo glicemico fa riferimento tutte le classi terapeutiche degli antidiabetici, per le quali è proposto un utilizzo stratificato a seconda dei livelli iniziali di emoglobina glicata. Essenziale, per le linee guida 2015, è l’individualizzazione della gestione del paziente, con un focus particolare, secondo quanto dichiarato dagli autori, sulla sicurezza dell’intervento terapeutico.