Nuovo metodo per l’estrazione del titanio

Ricercatori dell'Università dello Utah, hanno sviluppato un processo per l'estrazione di titanio dai suoi minerali, che risulta essere il 60% più economico delle metodiche attualmente in uso (Kroll e Hunter). L'estrazione del titanio è un processo che richiede molta energia a causa della reattività del titanio metallico e la tendenza a formare TiO2 rutilo; per questo, viene normalmente condotta una carboclorurazione ad alta temperatura, la quale porta, quindi, a titanio metallico. Il nuovo processo prevede l'utilizzo di MgH2, che permette la formazione di idruro di titanio dal minerale. Il titanio idruro viene quindi trasformato in titanio attraverso una serie di passi che non prevedono trattamenti ad alte temperature, come nel caso dei processi attualmente in uso. (Fonte JACS)