NurOwn di BrainStorm dimostra effetti statisticamente significativi nella SLA

BrainStorm Cell Therapeutics Inc., azienda israeliana impegnata nello sviluppo di tecnologie per le cellule staminali adulte destinate al trattamento delle malattie neurodegenerative, ha presentato i dati del suo trial di Fase IIa per NurOwn nella SLA al congresso dell’American Academy of Neurology. E’ stata condotta in tutti i soggetti che avevano ricevuto una somministrazione intratecale un’analisi di regressione lineare nello studio di Fase IIa e della Fase I/II. A sei mesi dpo il trattamento, è stato rilevato un miglioramneto statistivcamente significativo nel tasso stimato del declino in FVC (Forced Vital Capacity), da un valore di -5.1% per mese prima sel trattamento a -1.2% per mese dopo il trattamento e un miglioramento quasi significaticvo nella percentuale del declino del ALSFRS-R (ALS Functional Rating Score-Revised), da -1.2 punti pre-trattamento a -0.6 punti post-trattamento. Sono stati riportati per la prima volta anche effetti positivi della somministrazione intramuscolare, con la rilevazione del miglioramento nella percentuale di declino della massa muscolare nel braccio destro, dove era stato somministrato NurOwn, un mese dopo il trattamento, dato confermato anche tramite elettromiografia.
(Fonte BrainStorm Cell Therapeutics press release)