Peglispro mostra superiorità su HbA1c rispetto a glargine in studi di Fase III

Eli Lilly ha annunciato oggi i risultati positivi di tre trial clinici di Fase III per l'insulina basale peglispro, in pazienti affetti da diabete di tipo 2. Il prodotto, somministrato una volta al giorno, è attualmente in studio sia nel diabete di tipo 2 che nel diabete di tipo 1. I risultati annunciati oggi mostrano che è stato raggiunto, in tutti e tre gli studi, l'endpoint primario di efficacia di non inferiore riduzione dell'emoglobina glicata (HbA1c), confrontata con glargine. Poichè è stato raggiunto l'endpoint di non inferiorità, è stata effettuata un'analisi di superiorità per l'abbassamento del livello di emoglobina glicata, analisi che ha mostrato per peglispro una riduzione statisticamente superiore vs glargine. I trial clinici hanno valutato tre specifiche popolazioni di pazienti con diabete di tipo 2, cioè, coloro che non erano stati trattati precedentemente con insulina (IMAGINE-2), coloro che erano trattati con insulina basale e prandiale ai pasti (IMAGINE-4) e pazienti che erano solo in trattamento con insulina basale da sola o con ipoglicemizzanti. Tutti e tre gli studi hanno confrontato peglispro con glargine. Per quanto riguarda l'ipoglicemia e l'effetto sul peso dei pazienti, i soggetti in trattamento con peglispro hanno avuto minori ipoglicemie notturne rispetto glargine, così come un minor aumento di peso. Entrambi i dati sono statisticamente significativi. (Fonte Eli Lilly press release)