Pfizer acquisisce Hospira per 17 miliardi

Il gigante farmaceutico americano Pfizer ha annunciato oggi di aver raggiunto un accordo per l’acquisizione di Hospira per $17bn, che rappresenta un premium del 39% rispetto all’attuale prezzo delle azioni. Hospira rappresenta il primo produttore mondiale di generici iniettabili ed ha inoltre una delle migliori pipeline in relazione ai biosimilari. Quello dei biosimilari, vale a dire dei farmaci ottenuti da cellule viventi e non da processi di sintesi chimica, è un settore che si prevede raggiungerà a breve la dimensione del miliardo di fatturato e per il 2020 i 20 miliardi di dollari, in coincidenza con la perdita di validità di alcuni brevetti che bloccano lo sviluppo dei corrispondenti generici. Quello degli iniettabili generici sterili è invece un mercato consolidato con una dimensione che nel 2020 sarà di $70bn. Hospira ha il quartier generale a Lake Forest in Illinois (US) e impiega 19000 dipendenti e ha generato nel Q4 del 2014 un fatturato di $1.15bn con un gross margin di $413m. Le parti prevedono di concludere la transazione durante la seconda parte dell’anno in corso. La comunità finanziaria ha accolto con favore l’annuncio1: infatti, le azioni di Pfizer sono balzate in avanti del 3% all’apertura di Wall Street.
(Fonte Pfizer)