Pfizer spinge per la tax inversion

Il Financial Times ha riportato ieri una nota di Ian Read, il CEO di Pfizer, dalla quale si evince che Pfizer ha intensificato le attività di lobbying presso la Casa Bianca per ottenere un appoggio per il problema del “tax inversion”, che è stato uno dei motivi principali alla base del tentativo di scalata di AstraZeneca da parte del colosso farmaceutico statunitense. Un nuovo provvedimento eviterebbe quello che sta accadendo attualmente e cioè che le aziende americane, che fanno acquisizioni all’estero, muovono la loro sede fiscale al di fuori degli Stati Uniti per evitare una doppia tassazione sui capitali guadagnati all´estero. Un esempio recente in tal senso è Abbvie, che in seguito all’acquisizione di Shire, ha localizzato la sede fiscale in UK per non pagare un extra 35% sui capitali rimpatriati in US. Con l’occasione, Ian Read ha affermato che Pfizer ha una grande disponibilità di capitale all’estero, il quale verrà utilizzato per finanziare nuove acquisizioni.
(Fonte Financial Times)