Polimeri che reagiscono a stimoli esterni

Un gruppo di ricercatori del dipartimento di chimica della Pennsylvania State University ha sviluppato un nuovo polimero con proprietá uniche.
Si tratta di un end-capped poly(4,5-dichlorophthalaldehyde) (PCl2PA), che ha la capacità di depolimerizzare completamente quando la terminazione è tolta o danneggiata per effetto di uno stimolo esterno. La scoperta può aprire la porta ad un nuovo campo della chimica dei polimeri con materiali in grado di rispondere a reazioni esterne e quindi modificare il loro aspetto a livello marcroscopico. Tali materiali possono essere utilizzati per la preparazione, ad esempio, di nuovi coating funzionali oppure materiali per 3D printing. Il rivoluzionario lavoro è stato pubblicato dai ricercatori sull’ultimo numero della rivista Angewandte Chemie.
(Fonte Angewandte Chemie)