Previsioni rosee da GIA per il mercato dell’acqua ossigenata

GIA, ditta specializzata in ricerche di mercato, ha pubblicato un nuovo report sul mercato dell'acqua ossigenata. Secondo GIA, il settore dell'acqua ossigenata continuerà a crescere anche negli anni a venire raggiungendo nel 2017 i 4.6m di tonnellate con CAGR di 4.7%. Le industrie che traineranno la domanda saranno ancora quelle della carta, dei semiconduttori e del tessile. La tecnologia che dominerà il panorama del futuro sarà la HPPO (Hydrogen Peroxide to Propylene Oxide) che dovrebbe far crescere il mercato dell'acqua ossigena. La tecnologia HPPO, originariamente sviluppata da BASF e DOW, utilizza grandi quantità di acqua ossigenata per la produzione di ossido di propilene senza l'emissione di scarti inquinanti. Un ulteriore fattore a guidare la crescente domanda saranno le sempre più frequenti sostituzioni di impianti a base cloro per il trattamento della polpa di cellulosa a favore dell'acqua ossigenata, che inquina in maniera notevolmente minore. Cina e Brasile rimarranno i due maggiori produttori di acqua ossigenata. Fonte GIA