Primi risultati clinici per la terapia combo di GSK per la cura dell’HIV

ViiV, l’azienda controllata da GlaxoSmithKline ma che conta anche Pfizer e Shionogi come azionisti ha riportato i risultati preliminari positivi per i trial clinici di Phase-III Gemini-1 e Gemini-2 condotti su 1400 pazienti malati di HIV e trattati per 48 settimane con la terapia combo dolutegravir e lamivudine. La terapia sperimentata si pone come alternativa a quella sul mercato di Gilead che è una combinazione di tre farmaci, la quale presenta però dei problemi di tossicità a lungo termine che potrebbero essere minimizzati con la combo di GSK. Quasi contemporaneamente alla pubblicazione dei risultati Mylan ha informato che la FDA ha ritardato ancora l’approvazione del generico del blockbuster di GSK Advair per delle mancanze nella domanda di approvazione. GSK aveva avvertito che se la FDA approva il prodottto di Mylan il gruppo avrebbe registrato un calo dei profitti. Il titolo GSK (Londra) ha guadagnato ieri l’1.4% ma il guadagno si è perso venerdì in apertura dei mercati.

(Fonte FT)