Probiotici diminuiscono l’autoimmunità in bambini a rischio di diabete

Secondo i risultati di uno studio internazionale che ha coinvolto più di 7000 bambini, neonati che sono a rischio genetico di sviluppare diabete di tipo 1 ed ai quali sono stati somministrati probiotici prima dei 3 mesi di età, hanno mostrato una riduzione del 33% nel rischio di autoimmunità verso le beta cellule. Ulla Uusitalo, PhD, nutrizionista alla University of South Florida, Tampa, e membro dello studio The Environmental Determinants of Diabetes in the Young (TEDDY), ha presentato i dati al congresso annuale dell’European Association for the Study of Diabetes (EASD). Ha dichiarato, con cauto ottimismo, che i risultati mostrano come una precoce introduzione di probiotici, contenenti soprattutto Lactobacillus and Bifidobacterium, possa diminuire il rischio di sviluppare l’autoimmunità. In particolare, questa evidenza sembra più forte in bambini ai quali siano stati somministrati questi prodotti durante il primo mese di vita. La ricercatrice ha sottolineato, comunque che i dati necessitano di ulteriore conferma attraverso altri studi.
(Fonte Medscape)