Prospettive per la chimica circa il mercato cinese

L’associazione tedesca di settore VCI (Verband der Chemischen Industrie) ha pubblicato un’analisi dello stato della chimica in Cina. Il subcontinente asiatico è dal 2009 il primo produttore al mondo di prodotti chimici, detronizzando gli Stati Uniti. La crescita continua ad essere superiore al resto del mondo, ma ha recentemente leggermente rallentato rispetto agli anni precedenti. Il GDP per il primo semestre sarà probabilmente del +7.7% e le attese per il secondo sono di una crescita del 7.0%. L’industria chimica continua però a crescere in modo superiore al GDP con un indice della produzione che per il 2014 sarà di +9%, che è comunque inferiore al +15% di qualche anno fa. Il leggero rallentamento nel settore chimico è dettato da due fattori: leggero calo delle esportazioni e grossi investimenti delle ditte che operano in Cina. Il mercato interno e la domanda di prodotti chimici continua però a crescere a livelli pre-crisi. I settori più importanti in termini di fatturato sono: specialità chimiche (27% dell’intero fatturato della chimica cinese), Polimeri (21%) e il farmaceutico (19%).
(Fonte VCI)