Q2 2017: Basilea Pharmaceutica ancora in perdita

Basilea Pharmaceutica ha presentato ieri agli investitori le performance finanziarie relative al Q2 2017 e queste sono state al di sotto delle attese e consequentemente il titolo ha perso il 3%, portando la capitalizzazione del gruppo a CHF937m. Le vendite sono aumentate ma come l'anno scorso i 2/3 circa derivano da contratti di licenza (Astellas e Pfizer) e questo trend continuerà anche nel prossimo futuro come testimoniato dal contratto di licenza con Pfizer e Asahi Kasei (per il Giappone) per il fungicida Cresemba (Isavuconazole). L'azienda di Basilea non produce ancora utili e per i primi sei mesi dell'anno le perdite sono state di CHF20.6m. Per il futuro il management pone molte speranze su Ceftobiprole (Zevtera), un antibiotico per il quali si conducono lunghi test in US (3 anni). Nel futuro avrà sempre maggiore importanza il settore oncologico per il quale l'azienda ha due candidati che hanno appena concluso la sperimentazione clinica Phase-1 per il trattamento di tumori solidi (BAL3833 e BAL101533). (Fonte Neue Zürcher Zeitung)