Risultati del Registro GLORIA-AF presentati al Congresso Annuale dell’American College of Cardiology

Boehringer Ingelheim ha annunciato nei giorni scorsi i risultati di due analisi del Registro GLORIA-AF, relative all’utilizzo delle terapie anticoagulanti per la prevenzione dell’ictus in pazienti affetti da fibrillazione Atriale. Le analisi mostrano che, nonostante sia stato registrato un aumento dell’uso di questa classe di farmaci negli Stati Uniti, circa un quinto dei pazienti nordamericani che presentano questa problematica cardiaca inclusi nel Registro è stato trattato con un antiaggregante piastrinico, ASA (acido acetilsalicilico) o non ha ricevuto alcuna terapia. In questo ambito, le linee guida statunitensi indicano che i pazienti con fibrillazione atriale con punteggio CHA2DS2-VASc, con valori pari o superiori a 2, sono ad alto rischio di ictus e necessitano pertanto di terapia anticoagulante. I dati di queste analisi, riferiti alla normale pratica clinica, sono stati presentati al 64° Congresso dell’American College of Cardiology che ha avuto luogo a San Diego nei giorni scorsi.
(Fonte Boehringer Ingelheim press release)