Risultati in linea con le attese per la biotech Idorsia

La biotech svizzera Idorsia che è nata solo un anno fa dopo l’acquisizione da parte di JnJ di Actelion ($30bn), un’acquiiszione che ha fornito il capitale al fondatore Jean-Paul Clozel per fondare la nuova azienda, ha presentato oggi i risultati relativi al Q2 2018. I dati sembrano in linea con le attese e infatti il management non ha cambiato le previsioni per l’anno in corso. L’azienda continua a generare perdite (-CHF155m) perchè non ha ancora farmaci sul mercato, ma ha ben tre terapie in fase sperimentale clinica Phase-III, che significa che potrebbe iniziare a fatturare già nel giro di 1-2 anni. Idorsia è comunque dotata di una consistente quantità di cash, ha infatti riportato di avere nelle casse quasi un miliardo di franchi svizzeri. Il candidato di Idorsia forse più interessante è una nuova terapia per l’insonnia che potrebbe arrivare a generare $4-5bn. Il titolo Idorsia (Zurigo) ha guadagnato oltre il 30% dall’entrata in borsa avvenuta il 1 luglio 2017 e nonostante la crescita si sia fermata nell’ultimo periodo, il CEO Jean-Paul Clozet non ha intenzione di iniziare una nuova raccolta di fondi.

(Fonte CNBC)