Rivoluzionario tool per predire se una molecola formerà un cristallo

Due ricercatori dell’Universitá di Oxford hanno sviluppato un software che permette di predire se molecole organiche sono in grado di cristallizzare. L’algoritmo del software elabora i dati di database come ZINC e Cambridge Crystallographic Data Center e li adatta alla molecola in esame nelle condizioni sperimentali definite, riuscendo anche a predire se piccoli cambiamenti nella molecola, come un gruppo funzionale, possano permettere o accelerare il processo di cristallizzazione. Il nuovo tool è visto con grande interesse dall’industria farmaceutico per la quale i processi di cristallizzazione di principi attivi sono fondamentali nei progetti di scale-up di produzione.
(Fonte Cryst. Eng. Comm.)