Sabic mostra quali sono gli effetti del crollo del petrolio sulla petrolchimica

Sabic ha riportati i risultati finanziari relativi al Q4 2014 e all’intero anno. I risultati sono esemplari nel mostrare gli effetti del crollo del prezzo del petrolio e del gas sul bilancio di una multinazionale della petrolchimica come Sabic. La quarta trimestrale si è chiusa con un crollo dei profitti dell’ordine del 30% e se si vanno a guardare i profitti dell’intero anno il risultato non cambia. SABIC è un importante produttore nell’ambito della chimica di base i cui prezzi hanno seguito a ruota il prezzo del petrolio, tanto che gli esperti del settore affermano che non vengono più firmati contratti di fornitura per tali prodotti perchè il prezzo varia continuamente e quindi le transazioni sono fatte su accordi spot. Prodotti come il PET, MPG e PE hanno anche visto un calo della domanda nel Q4 2014 e le prospettive per l’anno in corso sono state tutte riviste al ribasso. Gli esperti prevedono che, se il petrolio continua a rimanere su un valore di 40-50 dollari al barile, tutti i maggiori gruppi petrolchimici ne verranno pesantemente influenzati. Le azioni del gruppo saudita hanno perso più del 40% del loro valore da settembre, vale a dire da quando si è intensificata la crisi del petrolio.
(Fonte Chemical Business)