Sanofi delude il mercato con una debole trimestale

Il gruppo farmaceutico Sanofi delude azionisti ed investitori con una trimestrale al di sotto delle attese e il titolo (Parigi) perde l’1.7%. Il gruppo francese ha generato vendite nei primi tre mesi dell’anno per  €7.9bn con un guadagno netto di un miliardo, dati che sono inferiori a Q1 2017 quando si erano registrate vendite per €8.0bn e guadagni per €1.4bn. Come molti altri gruppi europei anche Sanofi ha sofferto per l’indebolimento del dollaro ma questo era atteso da tutti gli analisti. Quello che ha invece sorpreso negativamente il mercato è il crollo delle vendite della divisione diabete e cardiovascolare che ha perso il 15.7% (tasso costante) e questo soprattutto per effetto dei generici che hanno fatto perdere market share al blockbuster Lantus (diabete). Buono il dato di Genzyme, l’unità fortemente voluta dal precendente CEO Christopher Viehrbacher, che continua nella sua inarrestabile crescita e le cui vendite nel primo trimeste sono cresciute del 16%. Non si sono ancora fatti sentire gli effetti delle importanti acquisizioni messe a segno da Sanofi negli ultimi mesi, ovvero Bioverativ pagata $11.6bn e Ablynx (€3.9bn).  Importante ricordare che pochi giorni fa Sanofi ha annunciato di essere entrata in negoziazione esclusiva con Advent International per la cessione di Zentiva il cui valore è stimato  €1.9bn.

(Fonte Les Echos)