Sanofi e Regeneron rivedono i loro piani per Praluent (ipercolesterolemia)

Sanofi e Regeneron Pharmaceuticals hanno dichiarato che stanno rinegoziando il prezzo in US del loro anticorpo monoclonale ipocolesterolemizzante Praluent, e la negoziazione potrebbe portare ad una riduzione radicale del prezzo dagli attuali $14500 a  $4500-$8000 all’anno. La rinegoziazione è dettata dalla pubblicazione di uno studio clinico dell’ Institute for Clinical and Economic Review che ha dimostrato che Praluent riduce il rischio di decesso in pazienti con ipercolesterolemia (che hanno sempre assunto la statina) del 15% rispetto al placebo. Le assicurazioni sanitarie cercano di evitare il rimborso del costoso Praulent e dell’altro ipocolesterolemizzante in commercio che è Repatha di Amgen e che agiscono entrambi bloccando la proteina PCSK9. Le assicurazioni infatti chiedono ai medici di produrre una ricca e lunga documentazione ogni volta che intendono prescrivere un PCSK9 in modo da disincentivare i medici . A conferma di ciò Amgen ha fornito dati che indicano che le assicurazioni hanno finora rimborsato solo il 35% delle prescrizioni mediche per Repatha. I farmaci anti PCSK9 sono stati lanciati nel 2015 con la speranza di trasformarli in blockbuster multimiliardari ma a causa dell’alto prezzo proposto non hanno mai raggiunto il livello di vendite sperato. Praluent ha generato nel 2017 in US solo $131,4m mentre Repatha di Amgen $225m. I titoli Sanofi e Regeneron hanno subito variazioni minime dopo l’annuncio mentre quello Amgen ha guadagnato oltre il 2%.

(Fonte WSJ)